Sherlock, parla Benedict Cumberbatch!

di

Collider ha realizzato una lunga intervista all'attore protagonista di SherlockBenedict Cumberbatch nella quale l'attore inglese ha parlato della terza stagione della serie, appena conclusa in Inghilterra, delle stagioni future, dei fan e di molto altro ancora. Abbiamo tradotto le dichiarazioni che ritenevamo più interessanti. Trovate comunque l'intervista completa cliccando sul link in fondo alla pagina.

All'inizio è stato chiesto a Benedict Cumberbatch se si potesse stufare della parte, visto che in passato alcuni attori che hanno recitato nel ruolo di Sherlock, si sono poi stancati del personaggio: "No, non credo. Sono l'attore più giovane che ha interpretato Sherlock, mi piace e penso che andrò avanti".

Immancabile la domanda sulle stagioni future di Sherlock, alla quale Benedict ha risposto in modo molto deciso: "Si, le farò. Ho chiesto di farle e le farò sicuramente".

Altrettanto decisa la risposta alla domanda se stesse pensando di recitare in una serie televisiva americana: "No, perché sto già recitando in questa serie inglese ed è un grande impegno di tempo. Voglio fare cinema, teatro e televisione".

Interessante poi la considerazione su cosa significhi interpretare il personaggio di Sherlock e sul successo che la serie televisiva ha avuto a livello assoluto: "Straordnario. Ovviamente molto del successo arriva anche perché lui è Sherlock Holmes, è una figura iconica. Straordinario, ma anche snervante. Voglio dire, non è senso di responsabilità ma sai che dovrai essere all'altezza. Una delle cose più belle è stato sapere che la vendita dei libri di Sherlock Holmes è aumentata da quando è uscita la serie. Questo mi ha reso molto molto felice. I libri sono un'ottima cosa, non saremmo qui senza di loro".

Harrison Ford ha dichiarato di essere un grande fan della saga: "Si, è stato un momento fantastico, uno shock genuino. Per uno della mia età, lui è un eroe. E quando è venuto e mi ha detto che apprezzava molto quello che stavo facendo, mi ha fatto arrivare al settimo cielo. Sono cresciuto con Indiana Jones e Han Solo, ho seguito tutta la sua carriera"

L'intervista è stata chiusa con alcune considerazioni su progetti che l'attore sta sviluppando personalmente e sul suo futuro che potrebbe vederlo come...regista: "Ho aperto una compagnia di produzione. Mi piace molto seguire dall'inizio alla fine la produzione di un film. Dove trovo il tempo? George Clooney lo fa, Brad Pitt lo fa. Non mi sto paragonando a loro, dico solo che è possibile. A un certo punto magari sarò anche regista"...

Trovate l'intervista completa in lingua inglese cliccando QUI.

FONTE: Collider
Quanto è interessante?
0