La showrunner di The Witcher risponde a una critica comune degli amanti dei romanzi

La showrunner di The Witcher risponde a una critica comune degli amanti dei romanzi
di

Adattamento vuol dire anche compromesso, questo lo sappiamo bene, e non fa eccezione neanche la serie di The Witcher tratta dai romanzi di Andrzej Sapkowski. Se avete letto i libri e avete in mente qualche critica, però, Lauren S. Hissrich potrebbe avere una risposta pronta per voi.

Il più grande cambiamento rispetto all'opera originale è sicuramente l'intreccio dello storie di Geralt di Rivia, Yennefer e Ciri, soprattuto per quanto riguarda l'ordine di alcuni avvenimenti, ma stando alla showrunner ciò è dovuto ad una ragione ben precisa.

"Ti Ascolto. Ne abbiamo parlato intensamente" ha scritto la Hissrich in risposta a un fan che ha fatto notare la questione su Twitter. "Questa è la nostra motivazione: adattare i racconti importanti per il world-building, e dopo adattare i molteplici incontri di Geralt e Ciri in Sword of Destiny avrebbe significato non introdurre Ciri prima della stagione due, almeno."

"Il che ha senso, se sei un fan dei libri originali. Sono fatti così, e sono meravigliosi! Ma per lo scopo di questo adattamento televisivo: se nella prima stagione agli spettatori viene mostrato solamente Geralt, e poi viene introdotta Yenner, e alcune stagioni dopo viene mostrata Ciri, si crea una situazione confusa dove dici: scordatevi la caccia ai mostri. Prendete le cose che avete visto negli ultimi due o tre anni e mettetele da parte. Perché quella ragazzina che avete appena incontrato è la chiave di tutto l'universo, e da qui in avanti sarà al centro di ogni storia."

"Abbiamo perso qualche momento magico, e per questo sono entusiasta che le persone stiano scoprendo i libri e apprezzando le storie di Sapkowski in tutti i loro gloriosi dettagli. So anche che abbiamo predisposto la scacchiera nel modo migliore per le storie che verranno, e per mantenere l'attenzione degli spettatori."

"Da sceneggiatori, riusciamo a capire che - anche se motivati - alcuni cambiamenti non saranno accettati dai fan. E questo va bene! Abbiamo dovuto prendere decisioni difficili, e non ci è andata sempre bene. Ma per me l'importante è far sapere ai fan che queste scelte non sono state prese alla leggera. Mai."

Voi cosa ne pensate? Siete rimasti spiazzati dai cambiamenti? Fateci sapere la vostra, come sempre, nello spazio dedicato ai commenti. Per altri approfondimenti vi lasciamo alla nostra recensione di The Witcher e all'esilarante compilation di grugniti di Henry Cavill.

Quanto è interessante?
5