Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere, chi sono tutti i personaggi dei poster

Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere, chi sono tutti i personaggi dei poster
di

Con una mossa promozionale geniale, Amazon ha rivelato ben 23 personaggi che saranno presenti ne Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere, senza rivelarli. Lo ha fatto con dei character poster senza nome e senza volto, ma pieni di dettagli che possono aiutarci quantomeno a indovinarne qualcuno.

Cresce l’attesa in vista della data di distribuzione de Gli Anelli del Potere, la nuova serie Amazon che sarà ambientata millenni prima delle saghe di Peter Jackson, durante la Seconda Era. Abbiamo messo a disposizione una lista di letture consigliate di Tolkien per arrivare preparati. Ora proveremo a dare un volto ai personaggi, dopo aver dato uno sguardo alle principali discussioni di settore. Anche a rischio di prendere grandi cantonate visto che molti dei personaggi non trovano precedenti adattamenti, ma supponendo che la prima stagione copra solo la forgiatura degli anelli e che quindi non corrispondano a nessuno di quelli mostrati. Tenete i poster sott’occhio: vi servirà.

Sauron: L’unico poster che nomineremo direttamente. Il guanto di ferro e il resto dell’armatura sono palesemente sue. Non c’è bisogno di scervellarsi troppo: è l’Oscuro Signore.

Celeborn, Elrond, Celebrimbor: Tre personaggi molto quotati per apparire nella serie, potrebbero nascondersi dietro l’uomo con la tunica dalle maniche arancioni, ma anche quello con abiti rossi e dorati e recante una pergamena in elfico. Difficile dire chi sia chi, mentre Galadriel (anch’ella molto quotata) è di difficile associazione coi pochi corpi femminili mostrati.

Gil-galad: Altra presenza probabile, potrebbe essere l’uomo dall’armatura elfica che impugna una spada dorata. La sua si chiamava Aeglos, ghiacciolo, cosa che a giudicare dalla forma potrebbe rispecchiare quella mostrata nel poster.

Glorfindel: Tutto fa pensare a lui – il Signore degli Elfi originariamente mandato a salvare Frodo – dell’uomo con spada e corazza recanti l’immagine del sole raggiante, visto che era proprio il simbolo della sua Casa del Fiore d'Oro.

Yvanna: C’è buona probabilità che sia lei, uno degli esseri angelici immortali noti come Valar, la donna in abito blu e con una falce in mano. Questo potrebbe essere simbolo della Dea della Fertilità, regina della Terra e simbolo di tutto ciò che cresce e fiorisce.

Ar-Pharazôn: Detto il Dorato, ultimo Re di Númenor, potrebbe essere rappresentato dall’uomo con l’abito e molti accessori in oro, ma anche da quello con le punta delle dite brillanti. Nel caso in cui, però, la prima stagione non arrivasse al suo Regno, potrebbe essere uno suo predecessore.

Narvi: Signore dei Nani di Khazad-dûm (Moria) e amico di Celebrimbor, potrebbe essere colui che reca il grande martello dalle rune naniche.

Tar-Ancalimë: Prima Regina di Númenor, potrebbe essere la donna che reca il fiore proveniente dall'Albero Bianco di Númenor, l’antesignano di quello di Gondor.

Re di Númenor: Di nuovo un regnante della città scomparsa, colui che reca uno scettro con la riproduzione in miniatura del bastione, segno distintivo del suo potere.
Rohan: O meglio, un suo antenato, visto che il personaggio non arriva tanto indietro nella mitologia di Tolkien. Vediamo infatti una spada con l’elsa a testa di cavallo, che potrebbe appartenere agli Uomini del Nord suoi antesignani.

Dunland: Un abitante di Dunland potrebbe essere colui che reca una freccia e un’armatura che sembra rappresentare un Ent. Prima della distruzione degli alberi infatti, alcuni Uomini abitavano quelle foreste.

Re Stregone di Angmar: Uno dei Nove, il più potente, potrebbe essere associato alla spada con l’elsa dagli spuntoni neri, che ricorda le basi di Mordor o dei Nazgûl.

Alatar o Pallando: Due maghi inviati nella Terra di Mezzo prima di Gandalf, Saruman e Radagast, potrebbero nascondersi dietro l’unico a impugnare un bastone adorno di ninnoli.

Gli Halfling: Antenati degli Hobbit, potrebbero essere i vari personaggi caratterizzati dalle mani sporche e dai vari frutti della terra, di cui i due popoli erano ghiotti: frutta e noci, ma anche gli strumenti da lavoro come la corda.

Gli Haradrim: Potrebbero essere rappresentati dall’uomo dalla pelle più scura con in mano un rotolo che non reca né la scrittura elfica né quella nanica. Si tratta di un popolo di umani ridotto in schiavitù da Númenor.

Tom Bombadil: Magari fosse così, colui che è senza età, che viene dalla creazione del mondo e in completa sintonia con la Natura, come la mela starebbe a indicare.

Molti altri, troppo vaghi, mancano all’appello. Voi vi siete fatti qualche idea su alcuni poster in particolare? Ditecelo nei commenti!

Quanto è interessante?
4