Il Signore degli Anelli, polemiche sul cast della serie Amazon: "Mancano attori asiatici"

Il Signore degli Anelli, polemiche sul cast della serie Amazon: 'Mancano attori asiatici'
di

In una recente intervista, il capo di Amazon Studios Jennifer Salke ha spiegato che il mostruoso budget della serie de Il Signore degli Anelli è dovuto soprattutto al suo gigantesco "world-building", ovvero alla costruzione del mondo in cui sarà ambientato lo show.

Una risposta che però non è piaciuta affatto a Ludi Lin, interprete di Lui Kang nel reboot di Mortal Kombat in arrivo a breve in Italia, che ha accusato la produzione di non aver ingaggiato attori asiatici e dunque di non aver fatto abbastanza diversità nel cast.

"Sarà difficile giustificare la costruzione di un 'mondo enorme' senza personaggi che sembrano asiatici. Aprite quell'immaginario anche a noi. Non è difficile, siamo proprio qui" ha scritto l'attore su Twitter.

Neanche a dirlo il commento di Lin ha scatenato un acceso dibattito sulle intenzioni originali di JRR Tolkien e sull'ambientazione de Il Signore degli Anelli, tra chi minaccia di boicottare la serie e chi fa notare che la Terra di Mezzo ha poco o nulla in comune con la cultura asiatica e che non tutti i titoli devono andare in direzione della diversità.

Vi ricordiamo che la serie debutterà su Amazon Prime Video entro la fine del 2021. Intanto, le riprese de Il Signore degli Anelli proseguono con un nuovo regista.

Quanto è interessante?
3