I Simpson, le celebrità che hanno rifiutato di apparire come guest star

I Simpson, le celebrità che hanno rifiutato di apparire come guest star
di

Quando I Simpson hanno debuttato nel dicembre 1989 e hanno presentato all'America Homer Simpson, sua moglie Marge e i loro tre figli: Bart, Lisa e la piccola Maggie, il mondo non sapeva ancora che sarebbe diventata la serie animata più longeva di sempre e che grandi star sarebbero apparse come guest star in ogni stagione.

In onda da oltre tre decenni, lo spettacolo animato ha ospitato, tra gli altri, Meryl Streep, Stephen Colbert e Lady Gaga. Dai vincitori dell'Oscar agli atleti, I Simpson continuano ad essere un'attrazione per personaggi famosi che prestano la loro voce alla sitcom di Fox Network. Eppure alcune celebrità hanno rifiutato l'offerta, più di una volta.

Nel suo libro del 2018 Springfield Confidential: Jokes, Secrets, and Outright Lies from a Lifetime Writing for The Simpsons, lo scrittore e produttore Mike Reiss ha rivelato che un'icona mondiale musicale continua a rifiutare l'offerta di apparire nello show come guest star.

"Abbiamo chiesto ripetutamente a Bruce Springsteen di prendere parte allo spettacolo, ma lui ci rifiuta sempre", ha scritto Reiss. "Gli abbiamo mandato una giacca dei Simpson come tangente, ma non ha funzionato".

Quando un membro della E Street Band ha fatto un cameo, i produttori hanno pensato che sarebbe stato sufficiente per convincere Springsteen a seguirne l'esempio.

"Abbiamo anche avuto il suo sassofonista, Clarence Clemons, nello show, sperando che dicesse a Bruce quanto fosse divertente", ha osservato Reiss. “Neanche questo ha funzionato. È stato strano, perché le rock star raramente ci rifiutano.” Reiss ha aggiunto scherzosamente: "Bruce, vorremmo indietro la nostra giacca".

Mentre alcune figure politiche, come Rudy Giuliani e Tony Blair, hanno prestato la loro voce a I Simpson, il team di produzione non è mai stata in grado reclutare un Presidente.

"Non abbiamo mai avuto un presidente degli Stati Uniti", ha spiegato Reiss. “Abbiamo chiesto per primo a Gerald Ford... ma ci ha rifiutato. Tutti i presidenti, da Ford a Obama, ci hanno rifiutato; Anche Michelle Obama ci ha rifiutato".

"Il più vicino a cui siamo mai arrivati è stato Bill Clinton", ha ricordato Reiss. “Dopo che gli abbiamo scritto una parte e gli abbiamo inviato la sceneggiatura, ci ha avvisato: 'Anche se mi piacerebbe fare I Simpson, non farei mai nulla per disonorare l'ufficio del presidente.’”

Infine, un'icona di Hollywood che apprezza molto I Simpson, ha portato i produttori a credere che sarebbe stato facile convincerlo a fare un cameo nella serie animata, ma non è stato così.

"Tom Cruise è stato uno dei primi fan dello show", ha commentato Reiss. “Gli sono stati inviati nastri di nuovi episodi e così abbiamo scritto un ruolo solo per lui: avrebbe dovuto interpretare 'Tom', il pilota di Top Gun in 'Fratello dello stesso pianeta ('Brother from the Same Planet').”

L'episodio della quarta stagione ha visto Bart andare all'organizzazione dei Bigger Brothers dopo che Homer si è dimenticato di andare a prenderlo all'allenamento di calcio. Bart è stato abbinato a Tom, un pilota collaudatore militare. Sebbene la trama avesse una premessa umoristica su misura per la star Cruise ha detto di no.

"Cruise ha rifiutato la parte, quindi abbiamo dato il ruolo a Phil Hartman in quello che è diventato un episodio classico", ha scritto Reiss. “Tom ci ha rifiutato, ma ha fatto La mummia . Vai a capire."

L'importante è saper incassare un no con eleganza e molto sarcasmo, dopotutto. Scoprite com'è nata la sigla de I Simpson e quali sono i migliori cameo de I Simpson nei nostri approfondimenti.

Quanto è interessante?
2