Sons of Anarchy: il primo episodio nascondeva un indizio per il finale della serie?

Sons of Anarchy: il primo episodio nascondeva un indizio per il finale della serie?
di

Era il lontano 2014 quando andò in onda l'ultima, terribile stagione di Sons of Anarchy. Una discesa all'inferno per Jackson Teller (Charlie Hunnam) anche peggiore di tutto il resto della serie. Ma se avesse dato ascolto a un dettaglio detto già nell'episodio pilota, forse per lui sarebbe andata in modo molto diverso.

Nel 2008, la serie portò gli spettatori in California e nel mondo dei club motociclistici. Accolta molto bene dalla critica e dagli spettatori fin dall'inizio, elogiata per il suo tono, le performance del suo cast principale e i temi affrontati come la corruzione, il razzismo e la fratellanza, è sopravvissuta per sette stagioni.

Per i pochi che già non la conoscessero, la serie racconta la storia di Jackson "Jax" Teller - il Charlie Hunnam che di recente ha parlato del suo legame con Sons of Anarchy - vicepresidente del club motociclistico omonimo nella città immaginaria di Charming in California. La serie inizia quando Jax trova un manifesto scritto dal suo defunto padre, John "JT" Teller, uno dei membri fondatori dell'MC, che conteneva i suoi piani e la sua visione per il club. Questi erano molto diversi da quelli dell'attuale presidente e patrigno di Jax, Clay Morrow (Ron Perlman). Ora fate attenzione, perché seguono spoiler!

La serie è piena di momenti premonitori e i fan hanno scoperto che l'episodio pilota ha sottilmente predetto il finale della serie. Come accennato in precedenza, nel pilota Jax era il vicepresidente e Clay il presidente, e il club non era esattamente in una buona posizione, poiché aveva conflitti con altri club, le autorità di Charming e persino al suo interno. Jax ha visto Clay lottare per guidare il club e le decisioni difficili che ha dovuto prendere di tanto in tanto, e nell'episodio pilota, dice a Clay che "non è facile essere re”. Lui risponderà, all’incirca: “Ricordatelo quando toccherà a te”.

Jax attraverserà molte tragedie e perdite strazianti durante le sette stagioni, come la morte del suo migliore amico Opie Winston (Ryan Hurst), che è stato un punto di svolta nel suo arco narrativo. Ma quello che lo ha mandato in una spirale discendente è stato quello di sua moglie, Tara Knowles (Maggie Siff). La settima stagione ha visto un Jax apatico e arrabbiato soccombere al potere e a tutte le cose orribili che ha dovuto fare per guadagnare il posto di presidente, inclusa la morte di Clay. È un parallelo interessante con il Jax visto nella prima stagione, troppo rilassato e ottimista, inconsapevole dell’onere della corona. Soprattutto di un "regno" come SAMCRO.

È a causa di tutti questo e delle azioni di Jax durante la settima stagione che la sua morte nel finale di Sons of Anarchy non è stata esattamente una sorpresa, ma è stata molto adatta al personaggio e allo spettacolo, ed è stata anche “soddisfacente” per i fan poiché non solo ha presentato il conto per tutto le azioni orribili, ma ha anche liberato Jax da tutto il dolore che ha attraversato dalla morte di Opie. Voi siete fra gli appassionati della serie? Eccone altre 8 se sentite la mancanza di Sons of Anarchy. Avete mai notato un dettaglio simile nei vari rewatch? Ditecelo nei commenti!

Quanto è interessante?
5