Spartacus: i 5 migliori villain dell'intero spettacolo

Spartacus: i 5 migliori villain dell'intero spettacolo
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Spartacus è stato uno spettacolo emozionante e accattivante per tanti motivi. Questo dramma storico d'azione eccelle nella sua rappresentazione ricca e spesso dura della vita di un gladiatore nell'antica Roma. Questo pone le basi per un avvincente racconto di ribellione per Spartao e il suo esercito.

Un elemento chiave che dà veramente vita a questa storia cinematografica sono i suoi malvagi e sinistri vilain. In questa antica società aristocratica e brutale non mancano di certo e lo spettacolo riesce davvero a farci detestare e talvolta persino temere questi nemici maligni o conniventi, grazie a performance straordinarie e alla scrittura memorabile. Ecco, quindi, chi sono i migliori 5 villain dello spettacolo.

  • Cossutius

Sebbene questo nobile romano manchi sia di tratti di redenzione che di una vera profondità, l'attore Jason Hood trasmette un'autentica squallidità che non si può fare a meno di apprezzare per la sua malvagità. Cossutius è un personaggio diabolico dotato di un compiacimento furbo e maligno. La sua natura sessuale depravata e le sue vibrazioni sinistre fanno sentire lo spettatore davvero inquieto ogni volta che fa la sua apparizione.

  • Lucretia

I migliori cattivi sono spesso quelli che possiamo odiare per i loro atti maligni, permettendoci anche almeno un briciolo di empatia. Possono essere sinistri, ma hanno anche una certa profondità e sono dotati di motivi che forniscono una dimensione aggiuntiva. La moglie ingannevole e astuta di Batiatus - interpretata in modo impeccabile da Lucy Lawless - è un forte esempio di ciò. Lucretia trasmette un lato compassionevole, ma è anche capace di atti crudeli e spregevoli con la sua capacità di manipolare e complottare contro coloro che le sono vicini.

  • Ilithya

Come Lucrezia, Ilithya ama tessere la sua rete per ottenere potere da dietro le quinte, essendo una donna nell'antica Roma che non è in grado di governare in prima linea a causa delle restrizioni della società. Il suo amore per Glabro è solo eclissato dalla sua capacità di ottenere influenza e ricchezza. Eccelle nella sua abilità nell'indossare un atteggiamento autenticamente caldo e simpatico pur essendo capace di tagliare letteralmente gole senza apparentemente alcun rimorso. Può anche tormentare mentalmente con grande efficienza.

  • Marcus Crassus

Ha un comportamento freddo e inquietante che gli garantiscono una massiccia influenza sulla società. Crasso è un maestro cospiratore e un fedele capo romano che raggiunge i propri fini pur rimanendo una minaccia per il protagonista e il suo esercito. Questa è la prima vera minaccia per il ribelle apparentemente inarrestabile, essendo un astuto tattico militare che non sottovaluta Spartaco come molti hanno fatto. È davvero simile a un'immagine speculare romana di Spartaco e questi tratti lo rendono davvero intimidatorio come cattivo.

  • Quintus Batiatus

Sebbene non detenga il potere o la ricchezza di Crasso, è difficile battere la memorabile e intensa performance di John Hannah, che fa prendere vita a questo personaggio, eclissando anche parzialmente lo stesso Spartaco. Il personaggio percorre la linea di simpatia e ripugnanza con la sua miscela di circostanze empatiche e modi sinistri. È davvero un personaggio credibile con le sue chiare motivazioni e anche le ambizioni un po' umili di guadagnare gloria per la sua famiglia e il Ludus di suo padre. Arriva a ottenere anche un certo fascino, sebbene sia capace di mali indicibili.

In ogni caso di Spartacus non se ne parla più da molti anni, da quando venne annunciato un film. Ecco, inoltre, che fine ha fatto il suo cast.

Quanto è interessante?
1