Spies in Disguise: il futuro di Blue Sky dipenderebbe dal successo del film

Spies in Disguise: il futuro di Blue Sky dipenderebbe dal successo del film
di

Spies in Disguise (Spie sotto copertura) è il prossimo film d’animazione in programma per Blue Sky Studios Inc., conosciuto per la saga de L'Era Glaciale, ma anche per Rio e Ferdinand, e vede la presenza di Will Smith e Tom Holland nel cast.

Il nuovo lungometraggio potrebbe avere una grande importanza circa le sorti dello studio d’animazione, che prima faceva parte della Fox ma ora è passato sotto la Disney, in seguito alla storica acquisizione.

Al momento la Disney sta apportando i primi cambi ai vertici di Blue Sky. Andrew Millstein, presidente di Walt Disney Animation Studios, ricoprirà il ruolo di co-presidente di Blue Sky e supervisionerà le attività quotidiane. Affiancherà Robert Braid, già co-presidente e che si occuperà della parte creativa. Millstein dovrà riferire al presidente della Pixar, Jim Morris, mentre Braid dovrà farlo con Alan Horn e Alan Bergman, co-presidenti dei Walt Disney Studios.

In mezzo a tutti questi cambi dirigenziali, che hanno riguardato anche le altre società Disney, ci si gioca il futuro di Blue Sky. Bob Iger, il CEO della Disney, ha affermato che “Horn e Bergman stanno ridefinendo la strategia della 20th Century Fox applicando la stessa disciplina e gli stessi standard che si trovano dietro al successo di Disney, Pixar, Marvel e Lucasfilm”. L’idea è di portare i creatori dell’Era glaciale sullo stesso livello delle case citate, ma questo potrebbe anche voler significare una perdita d’identità dello studio. Per questo il successo di Spies in Disguise potrebbe essere importante per garantire a Blue Sky di mantenere la propria nota stilistica.

L’uscita di Spies in Disguise è prevista il 25 dicembre 2019 in America. Per l’Italia non è stata ancora comunicata una data d’uscita, ma nell’attesa potete gustarvi il trailer.

FONTE: Collider
Quanto è interessante?
1