Netflix

Squid Game, gli attori che interpretano i VIP reagiscono alle critiche dei fan

Squid Game, gli attori che interpretano i VIP reagiscono alle critiche dei fan
di

Il più grande successo di Netflix non è immune alle critiche: i fan di Squid Game hanno criticato l'interpretazione dei VIP, i personaggi mascherati che abbiamo visto nella parte finale della serie. Ecco la risposta degli attori che li hanno interpretati!

La produzione coreana è sulla bocca di tutti e rappresenta il miglior lancio per il colosso dello streaming: secondo un recente leak di dati riservati, Netflix prevede di guadagnare 900 milioni da Squid Game.

Ma c'è qualcosa che ai fan non è piaciuto: si tratta dell'interpretazione degli attori dietro alle maschere dorate dei miliardari VIP che osservano lo svolgimento dei vari giochi e scommettono sul loro esito. Gli attori sono stati duramente criticati dai fan sui social network e hanno avuto diverse reazioni molto diverse, che sono state raccolte dal The Guardian.

"Soffro di depressione clinica estrema, quindi è stata un po' una sfida" ha dichiarato Daniel C. Kennedy, che interpreta il VIP 2. "Inizialmente, ero distrutto dai commenti ma, con il tempo e la distanza e un po' di onesta auto-riflessione, sono riuscito a filtrare i feedback e trarne spunti da usare per migliorare la prossima volta, contro tutto quello che è destinato ad arrivare quando fai parte di un progetto che ottiene un riconoscimento globale".

Un'esperienza più positiva arriva dalla testimonianza di Geoffrey Giuliano, l'attore che interpreta il quarto VIP: "Non mi lamento. Sono nello show più di successo al mondo. Mi arrivano messaggi dai fan. Proprio oggi una donna mi ha detto: 'Mandami il tuo autografo'. L'ho fatto e due ore dopo mi ha inviato una foto del tatuaggio 'Geoffrey Giuliano, VIP four' con il mio autografo sull'avambraccio". Giuliano ha raccontato inoltre di aver ricevuto numerose proposte di tipo sessuale dai fan della serie.

John D Michaels, che interpreta il VIP 1 ha risposto in modo diretto alle critiche: "Credo che la prima cosa da smentire sia il mito per cui ci scelgono dalla strada. Può essere diverso per ogni show, ma gli interpreti non coreani spesso recitano dialoghi tradotti da persone che non sono madrelingua (spesso anche con Google Translate) e quindi può sembrare innaturale". Inoltre, ha aggiunto che spesso agli attori viene dato il copione delle singole scene, rendendo difficile impostare un tono che sia adatto anche al resto dello show.

Se fate parte del grande pubblico che ha consacrato il successo dello show Netflix, vi consigliamo 5 film da vedere se amate Squid Game.

FONTE: Indiewire
Quanto è interessante?
3