Netflix

Star Trek: Discovery creata appositamente per includere donne di diverse etnie

Star Trek: Discovery creata appositamente per includere donne di diverse etnie
di

Nel corso di una nuova intervista concessa a Vanity Fair, il vice-presidente esecutivo di CBS All Access Julie McNamara ha spiegato di come la serie Star Trek: Discovery sia stata sempre concepita con in mente l'intenzione di includere donne di diverse etnie.

Innanzitutto, Star Trek: Discovery è la prima serie del franchise di Star Trek ad avere una donna afroamericana come protagonista, Sonequa Martin-Green nei panni del Cmdr. Michael Burnham, e in aggiunta a questa c'è anche la presenza di Michelle Yeoh nel ruolo ricorrente di Philippa Georgiou, la quale potrebbe avere una serie tutta sua, visto che è stata di recente allestita una writers room per occuparsi di un pilot per un eventuale spin-off.

Julie McNamara ha spiegato a Vanity Fair perché questa serie empatizzi così tanto con donne di colore, specialmente perché si tratta della prima serie di Star Trek prodotta dopo più di dieci anni dall'ultima (e prossimamente debutterà anche l'attesissima Picard, con il ritorno di Patrick Stewart nel ruolo principale): "Percepiamo come molto importante riflettere la cultura che abbiamo intorno. Non si tratta solo di altruismo, sebbene sia una componente importante. E' anche un buon modello di business. Vuoi essere davvero in grado di raggiungere persone che si sentano citate in causa direttamente dai personaggi e dalla storia".

Star Trek: Discovery, giunta alla sua terza stagione, farà presto il suo debutto anche in televisione grazie alla britannica Channel 4, che ha appena annunciato di aver inserito la serie nel suo palinsesto. Per poterci reimmergere nell'universo nato dalla mente di Gene Roddenberry, dovremo aspettare quindi il prossimo 15 dicembre, giornata che sarà completamente dedicata al mondo di Star Trek, i festeggiamenti quindi introdurranno la serie presente su Netflix nella programmazione settimanale dell'emittente televisiva, a partire dalla prima stagione.

La terza e attesa stagione è attesa invece per il 2020. Novità della stagione sarà la presenza di Michelle Paradise come co-showrunner, insieme al collega Alex Kurtzman, inoltre scopriremo gli effetti del viaggio nel tempo effettuato dall'equipaggio della U.S.S Discovery.

Quanto è interessante?
1