Star Trek Picard, Spiner ha accettato di ritornare solo grazie al ringiovanimento digitale

Star Trek Picard, Spiner ha accettato di ritornare solo grazie al ringiovanimento digitale
di

Brent Spiner non era convinto di voler ritornare in Star Trek: Picard. Il personaggio che interpreta è infatti un androide e il suo aspetto non sarebbe apparso credibile essendo trascorso molto tempo dalla serie Next Generation. Ha accettato solo dopo aver valutato l'efficacia della tecnologia di ringiovanimento

Lo sappiamo, il tempo passa per tutti, ma le logiche dell'intrattenimento sono ferree e inamovibili. In un mondo di sequel, spin-off, reboot più o meno riusciti non poteva essere lasciata in disparte una saga seminale come Star Trek

Per quanto riguarda l'atteso spin-off di prossima uscita, Star Trek: Picard, alcuni attori storici della serie hanno però posto delle condizioni per il loro ritorno nel cast. Se lo stesso Patrick Stwart aveva avanzato due richieste per ritornare nei panni di Picard, non è da meno Brent Spiner, interprete dell'androide Data in Next Generation. I dubbi dell'attore erano in effetti più che giustificati: gli androidi non invecchiano come gli umani e dovrebbero mantenere sempre lo stesso aspetto.

"Ovviamente ero scettico a riprendere il ruolo perché sono un po' in là con gli anni e non sapevo se sarebbe stato credibile trattandosi di un androide, ma sono stati molto convincenti e la computer grafica ha fatto passi da gigante rispetto a quando dicevo che non sarei mai più tornato", ha rivelato Spiner a comicbook.com

L'interprete si è poi soffermato su quanto sia stato strano ritrovarsi sull'astronave insieme a Patrick Stwart, come se il tempo non fosse passato. I due, dopo un primo momento di imbarazzo, hanno immediatamente ripreso i rispettivi ruoli senza disagio.

Star Trek: Picard che tratterà dei temi diversi rispetto alla serie originale, debutterà il 24 gennaio su Amazon Prime

FONTE: comicbook
Quanto è interessante?
2