Star Wars

Star Wars: ecco come George Lucas ha influenzato la settima stagione di The Clone Wars

Star Wars: ecco come George Lucas ha influenzato la settima stagione di The Clone Wars
di

Dave Filoni, ideatore di Star Wars: The Clone Wars, non ha mai nascosto la sua ammirazione per George Lucas e ora rivela che il papà di Star Wars ha avuto una grande influenza anche sull'ultima stagione della serie animata.

Prima dell'acquisto di LucasFilm da parte di Disney, Lucas era coinvolto anche nella creazione di The Clone Wars. In seguito alla fusione aziendale la serie è stata addirittura abbandonata, per poi ritornare in produzione. In un'intervista ad EW, Filoni ha dichiarato che diversi elementi pensati da Lucas sono ritornati prepotentemente anche nella stagione finale:

"Credo che siamo riusciti a migliorare le animazioni facciali, la fedeltà delle espressioni e cose simili con l'avanzare delle tecniche di animazione. Se guardo la serie ora, sento che è come George e io l'avevamo visualizzata all'inizio. Non avevamo gli strumenti necessari per realizzarla veramente così allora, ma con il tempo e con un sacco di allenamento, un po' come qualsiasi jedi che si rispetti , ho imparato."

Oltre all'aspetto visivo complessivo, che ora rispecchia maggiormente la visione di Lucas, Filoni ha parlato anche di quanto l'idea di avere un gruppo di cloni che si distinguesse dagli altri fosse importante per Lucas. Questo elemento torna già nella prima puntata di The Clone Wars 7, attraverso il team di cloni imperfetti denominati Bad Batch:

"Abbiamo sempre avuto questi bizzarri tagli di capelli per i cloni, in modo che potessero scegliere dei modi per individuarsi. E la stessa Bad Batch, è tutta farina del sacco di George. Voleva esplorare questa idea per cui c'erano cloni che erano un po' più unici dagli altri, un'unità di forze speciali con abilità migliorate. Quindi il trucco per quei personaggi consisteva nel farli sentire speciali a causa delle loro possibili abilità, ma al contempo non renderli dei supereroi. Wrecker non doveva essere Hulk, anche se amiamo Hulk e quel tipo di storie. Non è ciò che Star Wars rappresenta, quindi dovevamo trovare il modo di far rientrare tutto all'interno dell'universo di Star Wars"

Interessante notare come certe idee partorite dalla mente di Lucas continuino ad essere riprese dai suoi "eredi creativi". Intanto, è possibile avere un'anticipazione del secondo episodio attraverso la nuova clip di The Clone Wars.

FONTE: comicbook
Quanto è interessante?
4