Anche la star di Younger, Debi Mazar, ha il Coronavirus

Anche la star di Younger, Debi Mazar, ha il Coronavirus
di

Debi Mazar è solo l'ultima delle numerose celebrities che hanno ormai rivelato di essere risultate positive al test per il COVID-19, noto anche come Coronavirus.

I primi ad annunciarlo sono stati Tom Hanks e la moglie Rita Wilson, seguiti poi da Idris Elba, e più recentemente anche dagli attori di Game of Thrones Indira Varma e Kristofer Hivju.

Adesso, anche l'attrice di Younger, la serie tv di TV Land con Sutton Foster, ha rivelato di essere stata contagiata dal virus che si è ormai esteso in tutto il mondo: "Sono appena risultata positiva al test per il Covid-19. STO BENE!" esordisce "Circa un mese fa, tutti a casa mia (mio marito e le mie due figlie adolescenti) si sono beccati uno strano virus che dava febbre bassa, mal di testa, mal di gola, dolori in tutto il corpo, un ronzio alle orecchie e una tosse secca. Ma se ne è andato via velocemente. Abbiamo pensato potesse essere un'influenza stagionale, per quanto strana. Sembrava diversa... Due settimane dopo, il 15 marzo, mi sono svegliata con gli stessi sintomi, ma con dei dolori muscolari fortissimi e la febbre alta. Li ho pensato... Febbre o Corona? 😬 La sera prima avevo bevuto un po' e fumato qualche sigaretta. Ho pensato di aver messo a repentaglio il mio sistema immunitario per una serata con gli amici. Ho chiamato un amico, che è anche un medico, per sapere se potevo fare il test per il Covid-19. Mi ha detto di NO perchè non rispettavo i criteri per farlo: non avevo viaggiato di recente al di fuori del paese e non ero stata nelle vicinanze di qualcuno infettato".

E continua Mazar: "Onestamente mi sembravano dei criteri folli per un un'abitante di New York, dato che avevo preso la metro, ero andata a teatro, al supermercato, in farmacia, da parrucchiere ecc. Ero una mamma che cercava di prepararsi e fare scorta per le necessità. Perché abbiamo dei famigliari in Italia, e seguiamo attentamente le notizie che provengono da lì, e la mia paura più grande era il fatto che non stesseri chiudendo le scuole a New York e applicando misure più restrittive come avevano fatto in Cina e in Europa. [...] Ho scoperto che nelle vicinanze di casa c'era un centro che aveva i kit per il test, e dato che non volevo avvicinarmi agli ospedali, ho provato lì. Il test per l'influenza era negativo, ma per sapere i risultati di quello per il Covid-19 ci sarebbero voluti dai 3 ai 7 giorni. Sono stata mandata a casa e mi hanno detto mi mettermi in quarantena fino ai risultati (in Sud Corea ci vogliono 2 ore per averli). Beh, oggi è il quinto giorno, e sono arrivati. Sono positiva".

"Spero di aver superato la parte peggiore, perché la situazione cambia di continuo. Un giorno sto bene, l'altro mi sento davvero uno straccio. Oggi mi sento i polmoni congestionati, ma sono un tipo duro. osso respirare, e guarirò, qui, a casa mia. La mia famiglia è in quarantena per 14 giorni. Non hanno alcun sintomo. Forse lo abbiamo avuto già tutti? Chi lo sa. Ad ogni modo, state a casa! Proteggete voi stessi e i vostri cari. Sviluppate un forte sistema immunitario. Buona fortuna, e che Dio vi benedica #soliinsieme #quarantena #stiamoacasa" conclude Debi, e tutti noi le auguriamo una pronta guarigione.

Quanto è interessante?
1