Stranger Things 3, spettatori in aumento del 21% rispetto alla stagione 2

Stranger Things 3, spettatori in aumento del 21% rispetto alla stagione 2
di

Nielsen ha diffuso i primi dati sull’audience della terza stagione di Stranger Things, dallo scorso 4 luglio su Netflix, e i numeri, sebbene leggermente inferiori a quelli forniti dal colosso dello streaming, sono comunque molto buoni.

Nel primo weekend di programmazione, infatti, complice anche la festività del 4 luglio, una media di 12,8 milioni di spettatori ha assistito alle avventure di Eleven, Will e gli altri ragazzi della banda di Hawkins, facendo registrare un aumento del 21% rispetto al primo weekend della seconda stagione. In assoluto, dal 4 al 7 luglio si sono sintonizzati su Stranger Things 26,4 milioni di spettatori unici (+17% rispetto alla stagione 2).

Netflix ha parlato di 40,7 milioni di account che hanno guardato almeno una parte della terza stagione, e di 18,2 milioni di account che hanno già divorato tutti gli otto episodi nei primi quattro giorni dopo il lancio.

C’è da dire che le misurazioni di Nielsen non comprendono gli accessi da smartphone, tablet e laptop, mentre quelle di Netflix considerano chiunque abbia visto almeno il 70% di una puntata o di un film.

L’episodio più visto è stato finora il primo, con 8,9 milioni di spettatori il primo giorno e 19,2 nei primi quattro giorni (per fare un confronto, l’apertura della seconda stagione si era fermata a 17,7 milioni).

Secondo Nielsen, infine, sono 824 mila gli americani dediti al binge-watching che hanno visto tutta la stagione nella giornata del 4 luglio.

Recentemente Dacre Montgomery ha parlato del suo Billy in un AMA su Reddit. Guarda anche il video di Dario Argento che analizza l’horror anni ’80.

FONTE: the wrap
Quanto è interessante?
5