Netflix

Stranger Things 4, arriva la conferma di Noah Schnapp: "Will è gay"

Stranger Things 4, arriva la conferma di Noah Schnapp: 'Will è gay'
di

Negli episodi di Stranger Things 4 Volume 1, c'era diversi indizi al fatto che Will Byers fosse gay e che provasse dei sentimenti per il suo migliore amico di lunga data, Mike. Nel Volume 2, lo show ha reso la cosa evidente, grazie al discorso che Will fa a Mike sull'importanza di coloro che lo amano, parlando implicitamente di se stesso.

Il modo in cui è scoppiato in lacrime dopo il discorso sembrava confermare le cose, ma l'attore Noah Schnapp si è assicurato che non ci siano più fraintendimenti. Parlando con Variety di Stranger Things 4, Schnapp ha fatto notare che ci sono stati accenni alla sessualità di Will e ai suoi sentimenti verso Mike fin dalla prima stagione. Anche se lo show non l'ha detto apertamente, Schnapp ha messo le cose in chiaro e ha confermato che Will è gay.

"In questa stagione è piuttosto chiaro che Will prova dei sentimenti per Mike. L’hanno intenzionalmente fatto emergere nelle stagioni precedenti. Persino nella prima stagione ne hanno accennato e quella storia è cresciuta lentamente. Penso che per la stagione 4 si trattasse semplicemente di me che interpreto questo personaggio che ama il suo migliore amico ma è in difficoltà nel capire se verrebbe accettato o no, e prova la sensazione che sia un errore e di non appartenere a quel mondo. Will si è sempre sentito così. Tutti i suoi amici hanno fidanzate e fanno parte di vari club. Will non ha mai trovato un posto in cui si sente a suo agio. Penso sia per questo che così tante persone vengono da me e mi dicono che amano Will e si immedesimano così tanto in lui, perché è un personaggio reale".

Parlando poi della scena del discorso a Mike in macchina, Schnapp ha raccontato: "Mi è piaciuto come hanno fatto il montaggio. Quel giorno è stato molto divertente. Amo mettermi alla prova con Will. Questa scena è stata davvero importante per lui perché ha solidificato la verità, ovvero che ama il suo migliore amico e non sa come dirglielo".

In seguito, la scena in cui Will parla con il fratello Jonathan nell'ultimo episodio del Volume 2 è stata ideata dopo quella del discorso a Mike, in piena fase di riprese:

"Hanno pensato ‘Abbiamo bisogno di una scena’. Quindi l’hanno scritta mentre stavano girando. Ed è importante inoltre che le persone vedano che Will non è da solo perché lo vediamo sempre mentre lotta, si sente depresso e non può essere se stesso. Jonathan gli sta parlando in codice ed è il modo perfetto per dire a qualcuno come Will che ci tengono a lui, a prescindere da tutto. Penso fosse realmente fantastico".

Infine, Schnapp ha ribadito: "Ora è chiaro al 100% che è gay e che ama Mike. Ma prima è qualcosa che è emerso lentamente e penso sia stato fatto in modo meraviglioso, perché è così facile rendere un personaggio improvvisamente gay. Le persone sono venute da me, come quando ero Parigi e mi si è avvicinato un quarantenne, per dirmi 'Questo personaggio di Will mi ha fatto sentire così bene. E mi sono immedesimato così tanto. Era esattamente chi ero quando ero un ragazzino'. Si tratta di qualcosa che mi fa felice quando lo sento. Stanno scrivendo questo personaggio realistico e questo percorso reale, con dei veri ostacoli da superare, e lo stanno facendo così bene".

Su queste pagine potete leggere la nostra recensione di Stranger Things 4 Volume 2.

FONTE: Variety
Quanto è interessante?
5