Stranger Things: i fratelli Duffer andranno in tribunale per l'accusa di plagio

Stranger Things: i fratelli Duffer andranno in tribunale per l'accusa di plagio
di

I fratelli Duffer andranno in tribunale a causa delle accuse di plagio riguardanti Stranger Things. La serie targata Netflix, nata nel 2016, è presto diventata di culto per milioni di utenti della piattaforma streaming, portando al successo anche i giovanissimi protagonisti delle storie raccontate, tra fantasy e nostalgia degli anni '80.

Matt e Ross Duffer sono stati coinvolti in una causa intentata nei loro confronti da Charlie Kessler. Il giudice della Corte Superiore di Los Angeles, Michael Stern, ha respinto la richiesta di archiviazione e la vicenda proseguirà nelle aule di tribunale.
Kessler sostiene che i fratelli Duffer gli rubarono l'idea da lui lanciata al TriBeca Film Festival 2014; egli afferma di aver presentato una sceneggiatura ai Duffer e di aver discusso con loro le proprie idee. Kessler si riferisce anche al titolo usato in quelle circostanze per il progetto: The Montauk Project.

Quando Stranger Things era agli inizi, i fratelli Duffer lo chiamarono Montauk, perché in origine la serie avrebbe dovuto svolgersi a Long Island. E durante la pre-produzione i due creatori avevano scelto di titolare la lavorazione The Montauk Project.
Inoltre nel 2012, Kessler girò un cortometraggio intitolato Montauk e ambientato a Long Island, nel quale un ragazzino scompare vicino ad una base militare in cui si svolgono degli strani esperimenti.
Kessler ora chiede un risarcimento e un'ingiunzione per impedire ai Duffer di continuare ad usare le idee che lui sostiene siano nate dalla sua fantasia. Detto ciò, le teorie cospirative che circondano Montauk risalgono ancor prima, agli anni '80, quindi la vicenda è ancora molto intricata e finirà nelle aule di tribunale.
Nel frattempo David Harbour promette grandi cose per la terza stagione di Stranger Things; il trailer è il video Netflix più visto su YouTube.

FONTE: Screenrant
Quanto è interessante?
5