Stranger Things: Joe Manganiello felice per il cambio di percezione su Dungeons & Dragons

Stranger Things: Joe Manganiello felice per il cambio di percezione su Dungeons & Dragons
di

La star di Magic Mike, Joe Manganiello, è un grande fan del gioco di ruolo fantasy Dungeons & Dragons e ha dichiarato di essere molto felice che l'apporto di Stranger Things, serie nel quale i protagonisti vi giocano spesso, abbia contribuito a modificarne la percezione. Lo show Netflix permette ai protagonisti d'interagire con il gioco.

Queste dinamiche contribuiscono inoltre a ricordare al pubblico quanto siano coinvolgenti le componenti di Dungeons & Dragons. E secondo Manganiello la visione negativa che accompagnava chi vi era appassionato si è modificata proprio grazie allo show ambientato nella fittizia cittadina di Hawkins.
"Penso che Stranger Things colpisca lo spirito dei tempi, nella maniera in cui l'ha fatto, diventando così popolare nella cultura tradizionale così tanto da far dire al pubblico mainstream 'A cosa stanno giocando quei bambini? Oh, si chiama Dungeons & Dragons. Come si gioca? Cos'è?'. Penso che ciò abbia davvero aiutato. E penso inoltre che tutto questo abbia strappato quell'etichetta che non portava le persone che vi giocavano ad ammetterlo apertamente".

Fin dalle prime sequenze di Stranger Things si vedono i protagonisti giocare al celebre gioco e usarlo come analogia nelle ricerche e nelle situazioni difficili nelle quali s'imbattono.
Lo show dei fratelli Duffer è giunto ormai alla sua terza stagione e tra le new entry c'è anche Maya Hawke, figlia d'arte e interprete di un personaggio fin da subito molto amato dai fan, Robin. L'attrice ha raccontato recentemente la sua vita dopo lo show e il successo che ne è derivato.
La terza stagione di Stranger Things si è rivelata un altro grande successo per Netflix.

FONTE: Comicbook
Quanto è interessante?
4