Stranger Things, Natalia Dyer: 'Abbiamo bisogno di più donne che scrivano e dirigano'

Stranger Things, Natalia Dyer: 'Abbiamo bisogno di più donne che scrivano e dirigano'
di

Natalia Dyer ha le idee chiare sulla sua carriera: la Nancy Wheeler di Stranger Things non si è limitata a godersi la fama risultata dalla partecipazione al popolarissimo show Netflix, ma ha immediatamente cominciato ad esplorare altri orizzonti e, soprattutto, a rapportarsi con la sua condizione di donna nell'industria cinematografica.

In particolare, dopo la sua partecipazione al film Yes, God, Yes nel ruolo di un'adolescente alla scoperta della sessualità, Dyer ha voluto ribadire ancora una volta quanto il mondo del cinema e dell'intrattenimento abbia bisogno di più donne impegnate nella regia e nella sceneggiatura.

"Avere donne che scrivano e dirigano è qualcosa di cui abbiamo davvero bisogno. Non penso che se ne possa avere abbastanza, specialmente quando si parla di sessualità femminile o, in particolare, di sessualità delle giovani donne. Delle cose che abbiamo visto al cinema e in TV, la maggior parte sono state scritte, ideate e dirette da uomini. E va bene, perché ognuno di noi racchiude in sé una prospettiva diversa. Ma penso che sia molto importante per me, per la me stessa più giovane, per la mia sorella più piccola, per le ragazze, per le donne, avere una nostra versione di certa narrativa" ha spiegato l'attrice.

Tornando allo show con David Harbour, intanto, ecco la cronologia completa di Stranger Things; vediamo, invece, quale sarebbe stato il cast di Stranger Things negli anni '80.

FONTE: film-news
Quanto è interessante?
5