Netflix

Stranger Things, Natalie Dyer sui colleghi più giovani: "Li stanno sessualizzando troppo"

Stranger Things, Natalie Dyer sui colleghi più giovani: 'Li stanno sessualizzando troppo'
di

La serie Netflix ideata dai fratelli Duffer continua ad essere un grande successo: nei giorni scorsi infatti Stranger Things ha ricevuto diverse nomination agli Emmy, in particolare per la bravura del cast. Nonostante questo, Natalie Dyer ha voluto criticare l'eccessiva sessualizzazione in atto nei confronti dei suoi colleghi.

L'attrice ha risposto alle domande dei giornalisti durante una conferenza stampa in occasione dell'uscita di "Yes, God, Yes", pellicola in cui è presente nella parte della protagonista, una giovane ragazza cattolica alle prese con la sua sessualità e la pubertà. Ecco il suo commento in risposta alla domande di The Indipendent, sul modo in cui viene rappresentata la sessualità giovanile nei film: "Penso che sia una cosa bellissima, divertente ma anche imbarazzante e goffa". Parlando invece dei protagonisti di Stranger Things, l'interprete di Nancy Wheeler ha dichiarato: "Ci sono diverse questioni da affrontare, penso che li stiano sessualizzando troppo, mi sento di dover proteggere gli attori più giovani, anche se non sono più bambini ma degli adolescenti. Sono delle persone fantastiche che sono cresciute in circostanze particolari. Come persona comune mi viene da dire, lasciateli in pace, a meno che non si voglia discutere del loro lavoro o di quello di cui vogliono parlare loro".

Natalia Dyer non è l'unica che ha voluto parlare di questo problema, anche la protagonista di Stranger Things ha discusso dei commenti inappropriati ricevuti, in un post su Instagram condiviso in occasione del suo sedicesimo compleanno.

FONTE: ds
Quanto è interessante?
3