Supernatural, Eric Kripke rivela: "Ecco perché ho lasciato la serie"

Supernatural, Eric Kripke rivela: 'Ecco perché ho lasciato la serie'
di

Con la quindicesima e ultima stagione di Supernatural ancora in standby dopo il lockdown, quando mancavano appena due episodi alla conclusione, è tornato a parlare della serie Eric Kripke, creatore e primo showrunner nelle stagioni iniziali, attualmente impegnato con The Boys, pronta a tornare per la seconda stagione.

Intervistato da Enterteinment Weekly, Eric Kripke ha raccontato i motivi che l'hanno spinto a dire addio alla serie con Jared Padalecki.

"Il creativo non ha mai sofferto nei primi quattro anni" ha spiegato. "E con questo non voglio dire che ho sofferto nella quinta stagione, ma che per la prima volta mi sono sentito stranamente più superficiale di quanto fossi stato in passato. Questo mi ha spaventato. Ho sentito una vera responsabilità nei confronti dello show, di doverlo rendere più grande che potessi per tutto il tempo in cui l'avrei fatto."

Quando si è reso conto che l'entusiasmo e le motivazioni stavano venendo a mancare, ricorda lo showrunner, ha avvertito il bisogno di chiamarsi fuori. "Ricordo di aver pensato: Ok, ho bisogno di qualcuno che ami lo show come lo amo io e che porti nuova energia, poiché io non ne ho più. E questo qualcuno era Sera Gamble."

Dopo Kripke e Gamble, il testimone è via via passato nelle mani degli altri showrunner di Supernatural, come Jeremy Carver, Robert Singer e attualmente Andrew Dabb.

Tornando alla stagione 15 di Supernatural, qualche tempo fa Jensen Ackles si è detto convinto che la pausa farà bene al finale di serie.

Quanto è interessante?
1