Netflix

Sweet Tooth, quali sono i segreti del successo di Bobby? Parla il produttore

Sweet Tooth, quali sono i segreti del successo di Bobby? Parla il produttore
di

Sweet Tooth ha rapidamente conquistato il pubblico di tutto il mondo grazie soprattutto ai suoi giovani protagonisti ibridi, Gus il bambino metà umano e metà cervo, Wendy una bambina-suino e soprattutto Bobby, il tenero ragazzo marmotta.

Proprio di quest'ultimo hanno di recente parlato i produttori della serie Netflix, svelando alcuni segreti sulla nascita di questo personaggio: "Per prima cosa devo ringraziare Nick Damici, il mio compagno di scrittura, che anni fa mi ha rincuorato quando mi sentivo spaventato per la trasposizione di questo personaggio, suggerendomi di trarre ispirazione da ET" ha detto il produttore esecutivo di Sweet Tooth Jim Mickle.

"Ed è iniziato come uno scherzo davvero. E poi siamo passati alla progettazione. Quindi c'era Fractured FX, Justin Raleigh, la nostra società di effetti visivi. E sono passati all'animatronica completa e abbiamo davvero abbracciato quella che in principio era solo un'idea, un po' come quando guardi Gremlins e quel genere di cose. É stata una vera sfida mettere in scena questo personaggio ma le persone lo hanno adorato".

Sebbene Bobby abbia pochissime battute nel corso degli otto episodi della prima stagione, e anche se non è ancora stata annunciata una stagione 2 di Sweet Tooth, sono state comunque necessarie due persone diverse per doppiarlo: "In realtà sono due attori diversi", ha detto Mickle. "Uno si chiama Lilly e penso che abbia 13 o 14 anni. E quando entra nella cabina di doppiaggio fa dei suoni Ewok pazzi per tipo un'ora. E un altro è uno dei i nostri artisti della voce fuori campo, uno dei nostri artisti del Loop Group".

A voi è piaciuta la prima stagione di Sweet Tooth? Ditecelo nei commenti.

FONTE: comicbook
Quanto è interessante?
2