Marvel

Tanti nuovi dettagli su The Punisher 2, in arrivo a gennaio

Tanti nuovi dettagli su The Punisher 2, in arrivo a gennaio
di

Il 18 gennaio sta arrivando e si avvicina, dunque, la release mondiale su Netflix della seconda stagione di The Punisher, che vedrà come protagonista l'attore Jon Bernthal nei panni del vigilante della Marvel.

Nel corso di una nuova intervista, Jon Bernthal ha parlato della violenza della serie: "Non posso parlare per la serie, in quanto non la scrivo io. Dovreste chiedere a Steve Lightfoot, lo showrunner, o alla Marvel, ma per me è arte e, quando fatta bene, fa da specchio alla società e ti fa fare delle domande su di essa. L'arte può presentare lati differenti di un argomento e aiutare la società o gli spettatori a farsi delle domande sulla società in cui vivono.". Nonostante la natura violenta del personaggio, Bernthal afferma che lo show non prende nessuna delle due parti (si all'uso delle armi, no all'uso delle armi), rimandando allo spettatore la potenziale decisione.

Sull'uso del suo iconico costume con il teschio sul petto, l'attore spiega: "E' per ragioni tattiche. Ricordo che, nella prima stagione, c'era una scena con lui e Micro che creavano quel costume e pensavo fosse troppo ridicolo. Capite, questi sono supereroi, è chiaro che debbano avere il loro costume ma... per me, sono stato molto chiaro con gli sceneggiatori e volevo ci fosse una ragione tattica dietro a quel costume. Ha passato metà della seconda stagione di Daredevil a prendere in giro Matt Murdock sul suo costume e ora ne indossa uno tutto suo? Doveva funzionare. Quindi abbiamo trovato un modo che fosse tattico ed intelligente". In questa nuova stagione Frank Castle incontrerà di nuovo Karen Page: "Deborah Ann Woll è la migliore, è veramente intelligente, e alza l'asticella di ogni sua performance. Il mio unico rimpianto è che vorrei avere più scene con lei". In questa seconda stagione, però, Punisher avrà un'altra alleata, la giovane Amy (Giorgia Whigham), che l'attore elogia senza problemi.

Ovviamente che serie sul Punitore sarebbe senza villain? E in questa nuova ce ne sono ben due! Uno è John Pilgrim, interpretato da Josh Stewart, un fondamentalista cristiano Alt-Right. "E' una persona molto silenziosa ma ha questa rabbia dentro di sé, una parte violenta dentro di lui" ha confermato Stewart "Il mio personaggio è spesso diviso tra il bene e il male.".

Grossa attesa per Billy Russo (Ben Barnes) che, anche se non sarà chiamato 'Mosaico' come nei fumetti, darà filo da torcere all'antieroe: "In questa stagione giochiamo con la sua memoria. L'ho trovato interessante, soprattutto sul finale della stagione. E' molto incentrata sul passato ed i traumi che ho subito". Russo sarà seguito dalla Dottoressa Krista nella serie, interpretata da Floriana Lima: "Krista è un medico professionista che giudica la situazione basandosi su ciò che ha sentito dire. Billy giudica il mondo basandosi su quello che ha visto appena sveglio. Frank giudica il mondo principalmente riguardo il suo passato e quello che gli è accaduto. Frank è guidato dal 'ho perso la mia famiglia', Curtis ad esempio dall'aiutare le persone".

Ancora una volta Barnes afferma che questo "Mosaico" non avrà il volto estremamente sfigurato dei fumetti ma l'approccio sarà differente: "Non so se posso parlarne liberamente ma è chiaro che non sarà un danno fisico quanto psicologico. Un trauma psicologico molto simile a quello dei veterani che tornano dalla guerra. Ha dei danni al cervello e ha problemi con la memoria. Non posso dire molto altro ma è una stagione incentrata su di lui che cerca di rimettere i pezzi insieme su cosa gli sia accaduto, su chi sia, e c'è una metafora ad un certo punto in cui dice che il suo cervello è come un mosaico e sta cercando di rimettere i pezzi insieme.".

FONTE: CB
Quanto è interessante?
4