The 100: Jason Rothenberg risponde alle domande sul finale di stagione

The 100: Jason Rothenberg risponde alle domande sul finale di stagione
di

Il 6 agosto è stato trasmesso il finale della sesta stagione di The 100, la serie post-apocalittica creata da Jason Rothenberg, e ha lasciato gli spettatori con diverse domande, cui ha provato a rispondere lo stesso Rothenberg. Sconsigliamo di proseguire nella lettura se non si è visto l’episodio.

Il mistero più grande è quello relativo la scomparsa di Octavia, prima pugnalata da Hope e poi morta tra le braccia del fratello Bellamy. Peccato però che la ragazza si dissolva nel nulla, lasciando tutti spiazzati. Che fine ha fatto Olivia?
Lo sceneggiatore ha tranquillizzato chi temeva l’ingresso di componenti magiche all’interno di uno show che si è caratterizzato per il suo abbracciare l’hard sci-fi dicendo che c’è una spiegazione e che verrà fornita. La scena in questione può apparire mistica perché “ogni tecnologia sufficientemente avanzata può sembrare magia, come afferma Arthur C. Clarke”. Non si è sbottonato particolarmente circa il destino di Olivia, invece, anche se ha rassicurato che “non l’abbiamo vista per l’ultima volta” e che non vuole anticipare nulla.

Per chi si chiedeva se Abby (Paige Turco) comparirà in qualche modo, dopo essere morta definitivamente nel corso dell’episodio finale, arriva invece la conferma che “non è più nella timeline dello show”. Potrebbe apparire in alcuni flashback, ma la sua morte sarà alla base del prossimo arco narrativo della figlia, Clarke. Quest’ultima sarà molto provata e cercherà di non perdere nessun altro nella settima stagione. Rothenberg ha poi promesso che verrà portata avanti anche la storia di Sheidheda, sparito chissà dove ma che è pronto a tornare scompiglio nelle vite dei protagonisti.

The 100 tornerà con la settima e conclusiva stagione e in questi giorni ha visto anche l’abbandono di Henry Ian Cusick.

Quanto è interessante?
1