The Big Bang Theory, non solo risate: 5 scene che vi hanno fatto piangere

The Big Bang Theory, non solo risate: 5 scene che vi hanno fatto piangere
di

La grandezza di una serie televisiva si dimostra soprattutto nella capacità di regalare al pubblico grandi momenti, siano essi felici o commoventi ed emozionanti. In questo senso, The Big Bang Theory è riuscita a colpire in pieno i suoi fan, dimostrandosi uno dei prodotti meglio riusciti nell'ultimo decennio per coinvolgimento emotivo degli spettatori.

Abbiamo già visto insieme che cosa stiano facendo in questo momento gli attori del cast principale di The Big Bang Theory, ma oggi vogliamo tornare proprio sulla serie per ricordarvi quali siano stati i momenti più tristi di TBBT, che ci hanno fatto piangere e ci hanno mostrato la grande profondità dello show ideato da Chuck Lorre. Iniziamo.

La scomparsa del Professor Proton

Chi di noi non ha amato il Professor Proton (interpretato dal fantastico Bob Newhart)? Per questo motivo che abbiamo vissuto uno dei momenti più tristi quando, nella ventiduesima puntata della settima stagione, intitolata La trasmutazione di Proton, siamo venuti a conoscenza della sua tragica scomparsa. Un momento già terribile, al quale si è aggiunta la reazione di Sheldon, prima apparentemente insensibile, e poi totalmente devastato dalla notizia, che ci ha fatto versare un fiume di lacrime. L'abbraccio tra il dottor Cooper e l'amico Leonard (Johnny Galecki) è senza dubbio uno dei momenti più toccanti dell'intera serie. Indelebile.

Grandi problemi d'amore

Durante il ventiquattresimo episodio dell’ottava stagione, ovvero La determinazione dell'impegno, Amy (Mayim Bialik) decide di lasciare Sheldon, in quanto convinta che lo scienziato non fosse deciso a impegnarsi più seriamente nella loro relazione. Ciò che, scopriremo nel finale della puntata, non fosse vero, in quanto Sheldon aveva deciso di comprare un anello per la propria ragazza. Fortunatamente, con il tempo le cose si sono sistemate, ma abbiamo davvero temuto il peggio, e non abbiamo potuto trattenere le lacrime.

I traumi di Sheldon

Conoscere il passato del personaggio di Sheldon (interpretato da Jim Parsons) è stato uno dei motivi che ha portato alla nascita della serie spin-off di The Big Bang Theory Young Sheldon. Grazie allo show incentrato sul passato del dottor Cooper, abbiamo scoperto quanto l'infanzia per Sheldon sia stata complessa, ma già in precedenza ci era stato mostrato, quando nel diciassettesimo episodio della nona stagione, dal nome La sperimentazione del genetliaco, scopriamo che Sheldon odia le feste di compleanno a causa degli scherzi che subiva dalla sorella Missy. Un momento che ci ha fatto empatizzare con il personaggio di Sheldon, e che ci ha fatto capire la difficoltà vissute dal personaggio da piccolo. Solo l'intervento di Penny (Kaley Cuoco), in grado di ascoltare i problemi di Sheldon e di aiutarlo a superarli, permetteranno al fisico teorico più amato della televisione di godersi la sua festa. Uno degli episodi più teneri e malinconici di tutto lo show.

L'addio definitivo alla serie

L'episodio conclusivo della serie, il ventiquattresimo della dodicesima stagione, dal titolo La sindrome di Stoccolma, può essere considerato uno dei più tristi ed emozionanti dell'intero show per diversi motivi. Innanzitutto, abbiamo dovuto dire addio ai nostri personaggi preferiti; inoltre, Sheldon (Jim Parsons), per la prima volta si rende conto di aver in qualche modo deluso i suoi amici, non avendo mai riconosciuto loro i meriti per le sue scoperte scientifiche. Il suo discorso finale, alla ricezione del Nobel, ci fa comprendere la maturazione dello scienziato, ammettendo finalmente il contributo delle persone a lui care per i suoi successi. Ancora ci dobbiamo riprendere.

Per sempre con noi, Carol

Infine, chiudiamo con l'episodio che più di tutti ci ha fatto piangere, e sicuramente il più triste di tutta la serie. Durante la quindicesima puntata dell'ottava stagione, ovvero La rigenerazione del negozio di fumetti, abbiamo appreso la scomparsa della madre di Howard (Simon Helberg), la cui voce era della compianta Carol Ann Susi. Ciò che rende il momento ancora più toccante è proprio il fatto che anche la motivazione dietro la morte del personaggio è proprio il tragico destino della sua interprete, un'attrice fantastica e una meravigliosa donna che rimarrà per sempre nelle nostre memorie. Nella serie, si è tradotto in alcune scene strazianti e che non avremmo mai voluto vivere. Ma che, almeno, hanno permesso a Howard di crescere ulteriormente; inoltre, l'ingegnere aerospaziale ha compreso quanto sua moglie Bernadette e i suoi amici, persino Sheldon, siano le persone più importanti della sua vita, essendoci per lui nel momento più difficile. Una puntata indimenticabile.

Mentre vi lasciamo a una nostra interessante analisi su quanto The Big Bang Theory abbia cambiato la concezione di nerd nel pubblico televisivo, vogliamo sapere la vostra: quali sono le scene più tristi che ricordate di The Big Bang Theory? Quali vi hanno fatto piangere di più? Fatecelo sapere, come sempre, con un bel commento nello spazio a essi dedicato!

Quanto è interessante?
4