di

Dopo dodici anni di successi, The Big Bang Theory ha trovato la sua conclusione, portando a termine le vicende dei nostri scienziati preferiti, e confermando che The Big Bang Theory per tanti motivi sarà una serie immortale. Molto spesso, è vero, abbiamo parlato delle controversie intorno a questa serie, ma non dobbiamo dimenticarne l'importanza.

Perché è innegabile che, soprattutto per quanto riguarda il genere serial televisivo, nessuno show è stato in grado di raggiungere un successo globale come TBBT, soprattutto considerandone le premesse iniziali, che avrebbero potuto far presa su una semplice nicchia. Sulle nostre pagine, abbiamo già dedicato alla serie diversi approfondimenti e FAQ utili, come per esempio un focus su quali siano l'episodio peggiore di sempre di The Big Bang Theory, o tutte le volte in cui TBBT ha citato il mondo dei videogiochi, o anche diversi curiosità più bizzarre sui protagonisti principali di The Big Bang Theory. Oggi, invece, dopo avervi parlato dei momenti "no", vogliamo ricordare il meglio della sit-com ideata da Chuck Lorre, ricordando quale sia in assoluto l'episodio migliore della serie.

Per farlo, vogliamo spiegarvi anche il perché della nostra scelta. Avremmo potuto citare quello che senza dubbio è stato il momento più intenso ed emozionante di tutto lo show, ovvero il ventiquattresimo episodio della dodicesima stagione, La sindrome di Stoccolma, nel quale Sheldon (Jim Parsons) finalmente realizza, nell'incredibile finale della serie, l'importanza che i suoi amici hanno avuto per lui. Sicuramente, uno dei momenti più alti, ma per noi esiste ancora meglio.

Allo stesso modo, anche una delle puntate più divertenti e bizzarre di tutta la serie, come l'undicesima della seconda stagione, L'ipotesi dei sali da bagno, che affronta tematiche importanti come la gelosia, la paura di non essere all'altezza, ma soprattutto l'amicizia, quando Penny (Kaley Cuoco) regalerà a Sheldon un tovagliolo usato e autografato da Leonard Nimoy in persona, uno degli eroi del dottor Cooper. Probabilmente, se non fosse esistito l'episodio che stiamo per citare, avrebbe vinto il premio di miglior puntata della serie.

Eppure esiste quell'episodio. Stiamo ovviamente parlando dell'undicesimo della nona stagione, L'eccitazione della prima. Ciò che rende magico l'episodio è la sua capacità di esplorare delle tematiche difficilmente trattate prima da una serie televisiva: un momento come la perdita della verginità tra due adulti, che hanno rispetto l'uno per l'altra come Sheldon e Amy (Mayim Bialik), e la scelta da parte di Sheldon di saltare la prima di Star Wars per stare con la sua ragazza il giorno del suo compleanno, sono stati questi i momenti che hanno reso indimenticabile la puntata, e che ci hanno fatto capire quanto davvero amiamo i nostri "Shamy".

E ora la palla passa a voi: qual è stato secondo voi l'episodio migliore in assoluto di The Big Bang Theory? Fatecelo sapere, come sempre, con un bel commento nello spazio dedicato!

Quanto è interessante?
5