Netflix

The Eddy, la serie Netflix di Damien Chazelle non sarà un musical

The Eddy, la serie Netflix di Damien Chazelle non sarà un musical
di

In attesa della prima ufficiale di The Eddy al Festival di Berlino 2020, lo sceneggiatore Jack Thorne è tornato a parlare dell'attesa miniserie Netflix nata dalla mente di Damien Chazelle, che dopo la parentesi The First Man torna ad affrontare il mondo della musica.

Stando ad una recente intervista di Thorne con The Hollywood Reporter, però, The Eddy non sarà un vero e proprio musical in stile La La Land, ma come Whiplash tratterà l'argomento "senza che nessuno inizi a cantare"

"La cosa che più interessava a Damien era la new wave degli anni '60" ha spiegato lo sceneggiatore. "Ci abbiamo pensato per tutto il tempo, ma doveva anche essere contemporanea. Mio padre era un urbanista, e sono sempre stato affascinato dall'urbanistica e la tangenziale di Parigi è davvero interessante, il modo in cui esclude per motivi finanziari e razziali molti parigini. C'è una sorta di circolo interno di ricchezza. Forse è meno grave, ma capita lo stesso con Londra e sicuramente New York. Parigi è interessante anche per questo."

Per quanto riguarda l'ambientazione, Thorne ha aggiunto: "Riguarda un jazz club fuori città, appena oltre la tangenziale. Tratta quel tipo di relazione e il modo in cui funziona la città, e il modo in cui criminalità, musica e sopravvivenza si intersecano."

Nel cast della serie troveremo Leïla Bekhti (A Prophet), André Holland (Moonlight), Joanna Kulig (Hanna), Liah O’Prey (Mary Queen of Scots), Tahar Rahim (Mary Magdalene), e Amandla Stenberg (The Hate U Give). In attesa che Netflix annunci la data di uscita, vi rimandiamo alle prime immagini ufficiali di The Eddy.

FONTE: THR
Quanto è interessante?
1