The Fireman: la serie sul capolavoro apocalittico di Joe Hill, figlio di Stephen King

The Fireman: la serie sul capolavoro apocalittico di Joe Hill, figlio di Stephen King
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il successo, alle volte, si tramanda di padre in figlio, soprattutto se il primo è Stephen King e il secondo è Joe Hill, autore fra le tante cose del romanzo bestseller The Fireman. Ambientato in un mondo post-apocalittico in cui un virus fa prendere fuoco alle persone, trova ora il suo adattamento per piccolo schermo.

Ovviamente non ancora al livello di suo padre, Stephen King, che è probabilmente lo scrittore più prolifico e più adattato nella storia della letteratura, del cinema e della serialità – attivo in ogni genere, dall’horror alla fantascienza – il giovane Joe Hill ha comunque seguito le orme genealogiche con un discreto successo, che è stato ripagato negli ultimi tempi con diversi adattamenti per grande e piccolo schermo. Nel 2013 arrivò Horns di Alexandre Aja, uno dei primi film con cui Daniel Radcliffe si gettò alle spalle Harry Potter e tratto dal romanzo di Hill risalente a tre anni prima, La Vendetta del Diavolo.

Il suo romanzo NOS4A2 è diventato una serie di due stagioni su AMC, mentre su Netflix sono arrivati Locke & Key e il film Nell’erba alta, tratti rispettivamente dalla sua serie di comic book e da un racconto scritto col padre. Nel frattempo, si prepara l’uscita dell’inquietantissimo The Black Phone, prodotto da Blumhouse e con protagonista Ethan Hawke nei panni di un orrorifico serial killer di bambini. Ora, Hill ha avviato una collaborazione con Walden Media per adattare in forma di serie il suo romanzo più ambizioso, più lungo e più venduto.

A riportare la notizia, l’Hollywood Reporter, che ha ottenuto anche una dichiarazione di Frank Smith, CEO degli studios che produrranno lo show: "Siamo così entusiasti di lavorare con il celebre autore Joe Hill in The Fireman. Non riesco a immaginare un libro più attuale che possa trasformarsi in una serie. The Fireman mostra un tema cui Walden Media tiene molto: l'idea di celebrare le persone comuni che sorgono in circostanze straordinarie". L’attualità cui si riferisce Smith è l’ambientazione post-apocalittica del storia, che prende luogo durante una terribile epidemia che sta mandando al collasso tutti gli Stati Uniti.

Nessuno sa esattamente quando è iniziata o da dove ha avuto origine. Una nuova terrificante piaga si sta diffondendo a macchia d'olio in tutto il paese, colpendo le città una dopo l'altra: Boston, Detroit, Seattle. I medici lo chiamano Draco Incendia Trychophyton. Per tutti gli altri è Dragonscale, una spora altamente contagiosa e mortale che marchia i suoi ospiti con segni neri e dorati sui loro corpi, prima di farli prendere fuoco. Milioni di persone sono infette e le fiamme deflagrano ovunque. Non c'è antidoto. Nessuno è al sicuro.

Protagonista della vicenda è Harper Grayson, un'infermiera che ha curato migliaia di pazienti prima che il suo ospedale venisse distrutto da un incendio. Ora le macchie sulla sua pelle rivelano che ha contratto il virus, ma la donna è incinta e vuole sopravvivere per portare avanti la gestazione del feto che ha in corpo, provando a resistere almeno fino al parto. Harper ha infatti assistito diverse madri infette, che sono riuscite comunque a partorire senza trasmettere le piaghe ai neonati. Ma il marito Jakob s’infetterà, le strade si riempiranno di purificatori decisi a sterminare gli infetti e a salvare Harper si presenterà solo un uomo leggendario noto come The Fireman, che ha imparato a controllare il fuoco del virus e a usarlo per proteggere i braccati. Questa la trama del romanzo di Hill. Vi intriga? Ditecelo nei commenti!

FONTE: The Hollywood Reporter
Quanto è interessante?
2