The Last of Us, la sessualità di Ellie sarà fedele ai videogame? Ecco gli indizi!

The Last of Us, la sessualità di Ellie sarà fedele ai videogame? Ecco gli indizi!
di

Il secondo episodio di The Last of Us ha fornito degli indizi importanti circa la backstory del personaggio di Ellie, interpretato da Bella Ramsey. Dopo essere venuti a conoscenza del morso subito dal personaggio, questa spiega a Joel e Tess che è effettivamente immune all'infezione che sta dilaniando il pianeta. Ma l'episodio rivela anche altro.

Alcuni cenni potrebbero aver confermato che effettivamente il personaggio di Ellie sarà gay, proprio come si vede nel videogioco originale, in particolare questo aspetto viene approfondito da The Last of Us - Part II. Dopo aver legato con Tess, quest'ultima e Ellie discutono spesso nel corso dell'episodio e una di queste conversazioni accenna alla sessualità di Ellie, consentendo agli spettatori di conoscere una delle trame più innovative del gioco originale all'epoca della sua uscita.

Durante il viaggio, Tess chiede se qualcuno potrebbe venire a cercare Ellie in modo da mettere in pericolo Joel e lei. Tess chiede se i genitori o un fidanzato potrebbero spuntare da un momento all'altro, ma Ellie risponde di essere orfana, come già rivelato nell'episodio 1 di The Last of Us, e ha un'esitazione sulla questione del fidanzato. Ellie medita un attimo prima di rispondere "e... no".

L'esitazione nella risposta di Ellie, così come l'elemento puntuale della macchina da presa che si concentra su di lei mentre lo dice, fornisce un altro indizio sul fatto che Ellie sia gay, dopo le continue menzioni alla misteriosa Riley nello show.

Uno degli elementi del gioco originale di The Last of Us che il co-sceneggiatore e co-creatore dello show Craig Mazin ha confermato essere parte integrante dell'adattamento della HBO è proprio la sessualità di Ellie. Nel gioco originale, e soprattutto nel suo sequel, l'identità lesbica di Ellie è un elemento importante per l'arco del personaggio. Permette alcuni degli elementi strazianti di entrambi i giochi, soprattutto nel DLC Left Behind del primo gioco, che anche la serie The Last of Us ha confermato di voler esplorare.

Poco dopo l'annuncio della serie, un fan su Twitter aveva chiesto a Mazin e Druckmann di "mantenere l'aspetto gay del personaggio" e di non cancellare alcuna rappresentazione presente nel gioco. Mazin aveva risposto, nonostante i suoi tweet siano ora protetti, che potevano contare sulla sua parola. Con il coinvolgimento di Druckmann (che ha scritto e diretto entrambi i giochi di The Last of Us) nello show, unito agli accenni contenuti negli episodi 1 e 2 di The Last of Us, è chiaro che la sessualità di Ellie sarà mantenuta invariata, confermando i primi commenti di Mazin.

Nel frattempo, gli autori hanno discusso il momento cruciale tra un infetto e Tess nel secondo episodio di The Last of Us. Su queste pagine trovate già la nostra recensione della 1x02 di The Last of Us.

Quanto è interessante?
5