The Mandalorian, il supervisore su Baby Yoda: 'Con gli occhi umani era raccapricciante'

The Mandalorian, il supervisore su Baby Yoda: 'Con gli occhi umani era raccapricciante'
di

Per i fan di Star Wars è stato piuttosto facile innamorarsi di Baby Yoda: il piccolo Grogu si è presentato a noi durante la prima stagione di The Mandalorian forte di un aspetto praticamente irresistibile e con due occhioni che farebbero intenerire chiunque. Proprio quegli occhi, però, hanno causato non poche notti insonni agli addetti ai lavori.

Durante lo Star Wars Celebration (che ha visto anche l'annuncio della conferma di Katee Sackhoff come Bo-Katan per la terza stagione dello show) è infatti intervenuto Doug Chiang, Design Supervisor della prima stagione di The Mandalorian, svelandoci alcuni dettagli piuttosto interessanti sulla genesi di Grogu.

"Stavamo cercando qualcosa, sapevamo di esserci quasi, ma nessuna soluzione toccava esattamente le note che voleva Jon [Favreau]. Jon lo descriveva come brutto ma adorabile, un design che non fosse nato per essere adorabile. Alla fine capimmo che gli occhi erano la chiave. Jon li voleva come quelli dei cani, enormi con queste pupille giganti e scure; notammo che con degli occhi umani, nei quali puoi ben distinguere il bianco e le pupille, diventava immediatamente molto strano. È curioso perché Yoda ha degli occhi umani e gli stanno benissimo, ma stranamente quando mettemmo degli occhi umani su Grogu era raccapricciante e psicotico" sono state le parole di Chiang.

Noi, naturalmente, non possiamo che essere d'accordo: Grogu è perfetto così com'è, e siamo sicuri di trovarci sulla stessa lunghezza d'onda della gran parte dei fan di Star Wars sull'argomento! Recentemente, intanto, Baby Yoda ha fatto innamorare anche Giancarlo Esposito, il glaciale Moff Gideon della serie.

FONTE: comicbook
Quanto è interessante?
2