Netflix

The Sandman, Gwendoline Christie è Lucifer: le differenze con il Lucifer di Tom Ellis

The Sandman, Gwendoline Christie è Lucifer: le differenze con il Lucifer di Tom Ellis
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Con il trailer di The Sandman presentato al TUDUM di Netflix, abbiamo dato una prima occhiata a Sogno, Morte e Desiderio, che nella serie The Sandman saranno interpretati rispettivamente da Tom Sturridge, Kirby Howell-Baptiste e Mason Alexander Parks.

Nel poster diffuso ieri (che trovate nel tweet in calce all'articolo) abbiamo potuto dare un primo sguardo a un nuovo personaggio: infatti, Gwendoline Christie sarà Lucifer in The Sandman. L'attrice britannica, nota per il ruolo di Brienne in Game of Thrones, interpreterà Lucifer, un personaggio che su Netflix è stato già interpretato da Tom Ellis nell'omonima serie TV.

Stando alle dichiarazioni del creatore Neil Gaiman, la versione di Lucifer che la Christie porterà sul piccolo schermo con The Sandman sarà molto più aderente ai fumetti, rispetto al personaggio interpretato da Ellis. Scopriamo insieme quali saranno le differenze principali!

Il personaggio di Lucifer Morningstar nell'omonima serie Netflix non ha niente a che vedere con la versione dei fumetti DC, ma fa parte di un universo alternativo: ciò è dimostrato, ad esempio, dal fatto che quando il Lucifer di Tom Ellis lascia l'inferno non affida il suo regno a Morpheus/Sogno, come invece accade nei fumetti.

Nella serie Netflix Lucifer, il protagonista, per confondersi tra gli umani, gestisce un night club di Los Angeles insieme alla demone Mazikeel. Nella sua permanenza terrestre, Lucifer conosce la detective Chloe Decker con la quale intraprende una collaborazione, mettendo a servizio della giustizia il suo potere di far confessare alle persone i segreti più reconditi. Allo stesso tempo, però, Lucifer diventa sempre più vulnerabile e umano.

Al contrario, il Lucifer di The Sandman non è minimamente interessato agli esseri umani, anzi, è completamente apatico e disinteressato ai problemi legati agli umani, e preferisce avere a che fare con esseri sovrannaturali come lui.

Inoltre, la differenza più evidente tra le due versioni di Lucifer è quella dell'aspetto fisico: se il Lucifer Morningstar della celebre serie Netflix risponde al prototipo del protagonista affascinante e misterioso, il Lucifer di Gaiman ha un aspetto meno eteronormativo, che richiama un senso di libertà che è il vero fulcro del suo personaggio. In questo caso, la scelta di Gwendoline Christie sembra essere più in linea con il concept dei fumetti.

La serie The Sandman, adattamento televisivo dell'iconica serie comics di Neil Gaiman, è prodotta da Warner e DC per conto di Netflix. La data del debutto sulla piattaforma streaming non è ancora nota.

FONTE: CBR
Quanto è interessante?
1
e