The Sandman, Neil Gaiman ricorda: 'Rifiutai di farmi coinvolgere in altri adattamenti'

The Sandman, Neil Gaiman ricorda: 'Rifiutai di farmi coinvolgere in altri adattamenti'
di

Adattare per il grande o piccolo schermo che sia un'opera complessa come Sandman è un'impresa che solo a pochi potrebbe riuscire in maniera accettabile, e che merita l'attenzione che va riservata alle grandi opere: Neil Gaiman ne è pienamente consapevole, al punto da dire una lunga sequenza di no prima dell'arrivo di Netflix.

L'autore della celebre graphic novel, dopo aver recentemente dato il suo appoggio ad uno spin-off su Johanna Constantine, ha infatti ricordato i vari e fallimentari tentativi di adattamento che gli furono proposti negli anni scorsi: "Rifiutai di farmi coinvolgere. Rifiutai di scriverli e di fare da produttore esecutivo. Perché sapevo che se avessi accettato avrei perso l'unico potere che avevo, e cioè quello di criticare un brutto film di Sandman" sono state le parole di Gaiman.

Lo scrittore si è poi soffermato su un copione inviatogli dal produttore Jon Peters: "C'era questa versione dello script, non ne dimenticherò mai la prima frase: 'Ha ha, folli mortali! Come se le vostre penose armi potessero ferire me, il grande Signore dei Sogni, Sandman!' E di lì in poi diventava sempre peggio".

Insomma, che abbiate apprezzato o meno l'adattamento targato Netflix, una cosa è certa: Neil Gaiman non ha detto di sì al primo arrivato! Per saperne di più, comunque, qui vi lasciamo la nostra recensione di The Sandman.

FONTE: comicbook
Quanto è interessante?
2