The Sandman, Netflix ha 'mancato il bersaglio' con Disperazione secondo Neil Gaiman

The Sandman, Netflix ha 'mancato il bersaglio' con Disperazione secondo Neil Gaiman
di

Tra alti e bassi, il The Sandman di Netflix è riuscito tutto sommato ad accontentare i fan della graphic novel di Neil Gaiman, che hanno ritrovato nell'adattamento gran parte dei racconti e dei personaggi tratteggiati dallo scrittore, compresa quella Disperazione che, però, rappresenta secondo alcuni uno dei passaggi a vuoto dello show.

Mentre si attende il ritorno di The Sandman con la seconda stagione della serie, alcuni fan sono infatti intervenuti su Twitter accusando Netflix di aver tratteggiato come solo, depresso e costantemente imbronciato l'unico personaggio plus-size presente nello show: una visione delle cose che lo stesso Neil Gaiman sembra condividere.

Netflix avrebbe dunque mancato il bersaglio con Disperazione secondo l'autore, che si dice comunque speranzoso per il futuro: "Ciò che spero più di tutto è che la prossima volta che vedrete Disperazione sullo schermo non dovrete pensare a lei come a un personaggio imbronciato, depresso e non amato da nessuno. Lei non è così nei fumetti e penso che abbiamo mancato l'obiettivo a cui stavamo puntando con questa prima stagione" sono state le parole di Gaiman.

Anche voi avete storto il naso davanti alla rappresentazione di Disperazione? Fatecelo sapere nei commenti! Per saperne di più, comunque, qui trovate la nostra recensione della prima stagione di The Sandman.