di

Ha debuttato nei giorni scorsi su Starzplay The Stand, serie tv tratta dal romanzo di Stephen King L'Ombra dello scorpione, quanto mai d'attualità poiché racconta un mondo apocalittico dopo una pandemia. Il libro è stato pubblicato nel 1978, e ha avuto bisogno di alcuni accorgimenti che l'hanno reso ancora più aderente al mondo di oggi.

Nel video disponibile all'interno della notizia proviamo a riassumere le principali differenze tra L'Ombra dello scorpione e The Stand, anche alla luce di ciò che ha recentemente raccontato lo showrunner della serie, Benjamin Cavell.

Il principale cambiamento riguarda l'etnia e il sesso di alcuni personaggi: come ha spiegato lo stesso Stephen King, il romanzo racconta per lo più una storia "bianca e maschile", con un contesto socio-culturale che oggi non funzionerebbe. Il team di scrittura di The Stand, così, ha provveduto ad attualizzare il background dei protagonisti, rappresentando l'eterogeneità degli Stati Uniti nel nuovo millennio.

Un'altra delle difficoltà di cui ha recentemente parlato il maestro del brivido è stata quella di creare un mondo vuoto, in cui rappresentare la desolazione post apocalittica.
Tra gli interpreti di The Stand ci sono James Marsden, Amber Heard, Greg Kinnear, Odeaa Young, Whoopi Goldberg e Henry Zaga.

Se non l'hai ancora fatto, puoi dare un'occhiata alla nostra anteprima di The Stand.

Quanto è interessante?
2