The Stand, il produttore rivela: "La pandemia ha stravolto tutti i nostri piani"

The Stand, il produttore rivela: 'La pandemia ha stravolto tutti i nostri piani'
di

Nell'adattamento della CBS All Access di The Stand di Stephen King, un'orribile pandemia spazza via quasi tutta l'umanità, ponendo le basi per quella che finisce per essere un'accesa lotta tra i pochi sopravvissuti che sono ormai contrapposti in due diverse fazioni.

È una storia che è inquietantemente attuale visto che la pandemia di coronavirus sta tenendo sotto scacco praticamente il mondo intero e bisogna dire che anche la produzione su The Stand ha avuto un tempismo inquietante. Le riprese della serie stavano per concludersi mentre il Covid-19 stava iniziando a prendere piede e per tale ragione molti sono stati i problemi incontrati a pochi giorni dalla fine delle riprese.

"Siamo stati chiusi a tre giorni dalla fine", ha rivelato Hayes. "Abbiamo girato 120 giorni a Vancouver e nella Columbia Britannica. Abbiamo girato tre giorni in più a Las Vegas. Quando abbiamo appreso a Marzo dell'ordine emesso dalla stato della California, la produzione si è interrotta. La pandemia ha stravolto tutti i nostri piani. Ci siamo resi conto che era molto più serio di quanto pensassimo. Siamo dovuti tornare a lavoro diversi mesi dopo con i protocolli Covid per concludere la produzione. Nel frattempo siamo passati alla post-produzione. Avevamo il 98 percento della serie già pronta. Era questione di montaggio ed effetti visivi da inserire".

Il produttore ha anche sottolineato però che il fulcro di The Stand non è la pandemia. Se vi va, scoprite tutte le miniserie tratte dai romanzi di Stephen King.

FONTE: comicbook
Quanto è interessante?
3