The Walking Dead 8, la morte di un personaggio avrà un importante impatto sullo show

di

L’arco narrativo “All Out War” di The Walking Dead continuerà molto presto, ed il primo punto all’ordine del giorno sarà affrontare la rivelazione avvenuta nel cliffhanger posto nello scorso finale di midseason, quando un certo personaggio ha rivelato di essere stato morso da un orribile zombie.

Come i fan ricorderanno, proprio Carl ha dovuto confidare al padre e a Michonne di essere stato morso, proponendo agli spettatori il più shockante evento di tutta l’ottava stagione - almeno per il momento. Presente sin dall’inizio della serie, Carl Grimes è inoltre diventato il personaggio preferito del suo geniale creatore, Robert Kirkman, oltre che il singolo faro di speranza dell’intero show.

A ragione veduta, non ci sorprende particolarmente che lo showrunner Scott M. Gimple abbia dichiarato che la sua eventuale morte avrebbe un grosso impatto sul futuro di The Walking Dead. Intervistato da TVLive, Gimple ha dichiarato: “Avevamo fiducia nella storia, ma è stato difficile affrontarla. È stato difficile, tipo ‘Lo facciamo in questo modo, o c’è qualche altra alternativa?’. Guardando avanti, verso la direzione che volevamo far imboccare alla storia, Carl sta provando a cambiare il mondo anche ora che lo sta lasciando, e questo avrà un incredibile impatto su tutto quello che avverrà da questo momento.

Vista l’importanza di Carl all’interno di The Walking Dead, molti fan hanno già previsto che la sua scomparsa avrà un impatto sismico. Dopotutto, quel che guidava il protagonista Rick era proprio la protezione del figlio, un compito che gli ha permesso di ritrovare la lucidità dopo il crollo mentale avuto dopo la mote di Lori. Cosa lo spingerà, da questo momento in poi, ad andare avanti?

The Walking Dead tornerà oggi, 25 febbraio, negli Stati Uniti, mentre in Italia dovremo attendere la messa in onda sul canale Fox prevista per domani, 26 febbraio.

FONTE: ScreenRant
Quanto è interessante?
3