The Walking Dead 8, una scena brutale con Negan poteva andare diversamente

The Walking Dead 8, una scena brutale con Negan poteva andare diversamente
di

Il massacro iniziale di Negan ha sconvolto tutti i fan di The Walking Dead, ma a dire il vero ci sono stati molti altri momenti brutali che lo hanno visto protagonista e uno di questi riguarda il personaggio di Simon.

In uno dei momenti chiave della stagione 8, il personaggio interpretato da Steven Ogg decide di sfidare l'autorità di Negan e il loro contrasto culmina poi in uno scontro corpo a corpo di fronte a tutti i Salvatori. L'attore aveva proposto un'idea interessante ai produttori:

"Avrei voluto affrontato faccia a faccia. Mi sarei inginocchiato, mi sarei voltato mettendo le mani dietro la schiena e lo avrei semplicemente guardato. 'Spaccami la testa, uccidimi, ma nel farlo dovrai guardarmi negli occhi. Facciamolo!'".

Purtroppo il suggerimento non fu apprezzato dai boss, che stroncarono sul nascere l'idea: "Scelta interessante, Steven, ma non la farai così. Non affronterai Negan guardandolo negli occhi, quindi girati". L'attore ha comunque ammesso, durante il podcast Talk Dead To Me, che succedono spesso episodi del genere quando hai un buon gruppo di produttori: "Puoi provare cose diverse e a volte ti dicono di no".

Alla fine Simon riesce ad affrontare lo spietato villain di Jeffrey Dead Morgan e ad infliggergli persino qualche colpo ben assestato. Il capo dei Salvatori però, non volendo usare la sua preziosa Lucille, preferisce finire Simon strangolandolo di fronte a tutti: un gesto plateale tipico del buon vecchio Negan.

Intanto Daryl e Beta si sfidano nelle foto del nuovo episodio in arrivo ad ottobre.

FONTE: ds
Quanto è interessante?
1