The Walking Dead, Andrew Lincoln rimpiange la morte "gore" di un personaggio

The Walking Dead, Andrew Lincoln rimpiange la morte 'gore' di un personaggio
di

Dopo il necessario troll della AMC nel parlare di un addio a Rick Grimes nella nona stagione attualmente in corso, durato quasi un anno, oggi sappiamo che Andrew Lincol tornerà nei panni dell'ex-sceriffo in tre film tv dedicati al mondo di The Walking Dead, mentre la serie ha compito un salto in avanti di ben 6 anni.

Insieme a vecchie conoscenze come Deryl o Michonne, infatti, arriveranno adesso altri Sopravvissuti, nuovi personaggi, alcuni scelti proprio in sostituzione di Rick e persino della Maggie interpretata da Lauren Cohan, scelta come serie regular di un altro progetto e quindi impegnata in altro per proseguire fissamente la sua avventura in The Walking Dead.

In una nuova intervista al The New York Times, comunque, Lincoln ha avuto modo di parlare della sua lunga permanenza nella serie e del rapporto con i fan, soffermandosi anche su qualche rimpianto, su tutti, più precisamente, sulla morte di Glenn (Steven Yeun), ucciso dai colpi della mazza di Negan all'inizio della settima stagione. Parlando proprio di quella truculente morte, l'attore ha dichiarato:

"Mi dispiace davvero molto per come è arrivata. Siamo stati in grado di terrorizzare la gente per cento anni senza che si vedessero bulbi oculare scoppiare. Quando c'è questo effetto, viene meno a mio avviso quello che stiamo cercando di fare, che nella mia testa è una dramma familiare ambientato all'inferno, in sostanza. Non una specie di festa gore di serie B".

Lincoln, successivamente, riconosce come il gore ricopra una parte importante in The Walking Dead, ma quando arriva la morte di uno dei personaggi più amati dei fan, semplicemente, pensa che debba essere messa in scena in modo diverso:

"Non sto screditando il gore. Fa ovviamente parte del brivido e dello sversamento dello show. Quando però si tratta di perdere qualcuno, credo si giusto metterne in scena la morte in modo brutale ma più umano, in modo giusto. Personalmente, avrei preferito di più se si fosse tenuta la telecamera fissa sul volto di Maggie e leggerle sul volto lo straziante dolore della perdita. Forse è per questo che voglio così tanto cominciare a dirigere: per portare su schermo le scene come le ho pensate e filmate nella mia testa".

The Walking Dead tornerà con il sesto episodio il prossimo 11 novembre.

Quanto è interessante?
3

Scopri le migliorie offerte del Black Friday 2018: sconti e promozioni per risparmiare sui tuoi acquisti!