The Walking Dead, la causa di Robert Kirkman contro AMC si riaccende

The Walking Dead, la causa di Robert Kirkman contro AMC si riaccende
di

The Walking Dead potrebbe essere giunta alla sua stagione finale ma le cose potrebbero andare per le lunghe in tribunale grazie alla nuova sentenza sulla causa intentata da Frank Darabont contro AMC.

Un accordo da 200 milioni di dollari con il creatore dello show televisivo The Walking Dead, Frank Darabont, è stato costoso per AMC, ma potrebbe rivelarsi ancora più costoso in quanto apre la strada per perseguire rivendicazioni legali ad altre persone coinvolte nella serie.

Darabont ha affermato di essere stato privato degli introiti provenienti dai diritti d'autore e dal merchandising quando AMC ha utilizzato le pratiche di "contabilità di Hollywood" per far sembrare la serie meno redditizia di quanto non fosse in realtà.

Nel 2017, i produttori di The Walking Dead, Robert Kirkman (che ha anche creato il fumetto su cui è basato), David Alpert, Gale Anne Hurd e Glen Mazzara hanno intentato una causa basata su una premessa simile, chiedendo fino a $ 1 miliardo di entrate.

La causa sostiene che AMC si sia impegnata in una "scrematura" e altre pratiche contabili scorrette, che hanno permesso loro di rappresentare in modo errato la quantità di denaro che stavano guadagnando da The Walking Dead e dalla merce correlata in modo che potessero pagare i querelanti meno di quanto meritato.

Darabont, lo showrunner originale della serie TV, ha fatto causa ad AMC dal 2013, e sembra che il suo accordo abbia aperto una nuova strada legale per Kirkman e i suoi co-querelanti nella causa del 2017.

L'estate scorsa, il giudice Daniel Buckey ha riferito che AMC aveva calcolato correttamente i numeri e sembrava schierarsi con la rete.

Quest'estate, Buckley ha deciso di nuovo, consentendo alla causa di andare avanti utilizzando due rivendicazioni. The Hollywood Reporter ha fornito una concisa ripartizione dei due nuovi argomenti:

"Il primo è la presunta violazione del patto implicito di buona fede e correttezza e l'altra è la presunta interferenza illecita. Questa teoria (che potrebbe essere presto imitata da altri nel mondo dello spettacolo) è che AMC Network - che non aveva rapporti contrattuali diretti con i produttori dello spettacolo — era a conoscenza dei rapporti della società consociata e ha intenzionalmente indotto una violazione a proprio vantaggio."

Questa sentenza, ovviamente, non è una vittoria per Kirkman e i suoi colleghi produttori ma permette loro di discutere il caso, che in precedenza sembrava perso.

Intanto l'undicesima ed ultima stagione di The Walking Dead è arrivata su Disney+ e se siete curiosi scoprite chi è l'attore di The Walking Dead più pagato al momento.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
1