di

Con la seconda parte della stagione 11 in arrivo, The Walking Dead si avvia verso la conclusione: il 21 febbraio, infatti, uscirà The Walking Dead 11 Parte 2, che in Italia potremo vedere su DisneyPlus, un giorno dopo la messa in onda americana. Per colmare l'attesa, ecco le migliori serie zombie imperdibili per i fan del genere!

The Walking Dead è uno dei titoli che viene subito in mente quando pensiamo al genere zombie: dalla penna e dalla regia di George Romero, autore del film di culto La notte dei morti viventi del 1968, è nato un filone di produzioni cinematografiche e televisive che appassiona e fa riflettere.

Nell'attesa di vedere come lo show volgerà al termine (qui trovate il trailer di The Walking Dead 11 Parte 2), ecco una lista di serie zombie che abbiamo accuratamente selezionato nella vastità delle produzioni di questo genere disponibili sulle varie piattaforme streaming:

  • Fear The Walking Dead

Non possiamo non partire dal primo spin-off della serie di Robert Kirkman, che ci mostra gli eventi della stessa epidemia che ha cambiato il mondo in The Walking Dead dal punto di vista della famiglia di Madison Clark (interpretata da Kim Dickens).

Ambientata in località differenti rispetto alla serie madre, Fear The Walking Dead mette i nostri protagonisti di fronte a molti pericoli provenienti sia dai non morti che dai vivi. Pur oscillando tra alti e bassi, lo spin-off è riuscito a conquistare una grande fetta del pubblico di The Walking Dead: è di due mesi fa, infatti, l'annuncio del rinnovo per la stagione 8 di Fear The Walking Dead.

  • Black Summer

Non è The Walking Dead e non vuole nemmeno esserlo: la serie Netflix creata da Karl Schaefer e John Hyams ci mostra il viaggio di Rose (Jaime King) alla ricerca della figlia Anna in un mondo che poche setttimane prima è sprofondato in un'apocalisse zombie. Tra zombie ferali, le insidie tra simili in un'umanità allo sbando e la sensazione che da un momento all'altro tutto potrebbe andare storto, Black Summer è uno tra i prodotti seriali del genere che vale la pena davvero seguire (lo dice anche Zerocalcare!).

  • Kingdom

La serie Netflix di produzione coreana ha saputo unire da subito pubblico e critica: in un peculiare mix tra horror e ambientazioni medievali, Kingdom racconta la storia di un principe ereditario della dinastia Joseon che indaga sulla grave malattia e sulla presunta morte del padre, ma finisce per imbattersi in una misteriosa piaga che si sta diffondendo in tutta la Corea.

  • iZombie

Il concept della serie è decisamente atipico: gli zombie possono vivere insieme agli umani, mimetizzandosi tra loro. La protagonista è Olivia Moore (interpretata da Rose McIver), una studentessa di medicina che si è trasformata in una zombie dopo essere stata attaccata da persone sotto effetto di una droga chiamata Utopium. Per potersi sfamare, "Liv" si fa assumere in un obitorio, riuscendo a nutrirsi dei cervelli dei defunti, i cui ricordi confluiscono in lei fino al pasto successivo. Grazie a questa "abilità" acquisita, aiuterà il detective Clive Babineaux (Malcolm Goodwin) nelle sue indagini, facendogli credere di essere una sensitiva.

  • Santa Clarita Diet

Santa Clarita Diet è di certo un prodotto fuori dagli schemi: la vita di Sheila e Joel, due agenti immobiliari a Santa Clarita in California interpretati da Drew Barrymore e Timothy Olyphant, viene sconvolta dalla trasformazione di lei in una non morta. Alla ricerca di cibo, Joel affiancherà la moglie negli omicidi commessi per sfamarla in una commedia grottesca e originale. La serie è disponibile su Netflix, che dopo tre stagioni ha comunicato ufficialmente la cancellazione di Santa Clarita Diet.

  • In the Flesh

Si tratta di uno show BBC creato da Dominic Mitchell che si basa sul tema dell'accettazione del diverso: protagonista delle due brevi stagioni è Kieren Walker (interpretato da Luke Newberry), un ragazzo affetto da PSD, ossia la sindrome da morte parziale. Nel mondo di In the Flesh, decine di migliaia di persone si sono risvegliate dalla morte, senza un particolare motivo. Dopo la gestione disastrosa da parte del governo, viene individuata una cura per placare gli istinti degli zombie assetati di sangue che ne agevola il reintegro nella società.

  • Dead Set

Si tratta di una miniserie britannica in 5 episodi diretti da Charlie Brooker (che qualche anno dopo dà vita a Black Mirror) che pone al centro della narrazione un'improvvisa epidemia zombie nel Regno Unito che vede tra i pochi superstiti i concorrenti del Grande Fratello. Una serie che coglie l'occasione per un'analisi critica del panorama televisivo degli anni Duemila e riesce a fare satira sul consumismo televisivo e sulla cultura dell'apparire.

Quanto è interessante?
3