The Walking Dead contro la pandemia: ecco come vengono girati gli episodi bonus

The Walking Dead contro la pandemia: ecco come vengono girati gli episodi bonus
di

The Walking Dead è tornato in produzione per portare a termine gli episodi bonus della decima stagione, ma stavolta il cast e la troupe deve fare i conti con una pandemia che ha poco a che fare con gli zombie, ma che purtroppo è molto più reale.

La showrunner Angel Kang ha parlato di misure di sicurezza di altissimo livello per evitare la diffusione di un contagio. Ciò si traduce nell'impiego di veri e propri team di epidemiologi ed esperti di malattie infettive attivi sul set, nonché di un rimaneggiamento delle sceneggiature che tenesse conto dell'obbligo del distanziamento sociale.

"Praticamente ci sono voluti mesi per avviare il processo produttivo e per far sì che AMC mettesse in piedi tutto nella maniera più sicura. Quando tutti sono tornati sul set per girare hanno trovato una situazione completamente diversa".

I professionisti devono sottoporsi a tre test anti-Covid a settimana e il luogo di lavoro è stato reso il più sicuro possibile: "Tutti hanno mascherine e protezioni facciali, i camerini sono stati montati diversamente e ci sono disinfettanti ovunque. Ci sono luci UV e depuratori d'aria sui set. Abbiamo anche uno specialista di malattie infettive che ha servito nell'esercito ed è il supervisore della nostra salute. Ci sono moltissime misure di sicurezza, in ogni senso".

Se c'è una cosa che The Walking Dead ci ha insegnato nel corso degli anni è che non si è mai troppo prudenti quando si affronta una minaccia pandemica. Vi ricordiamo che gli episodi bonus, che anticiperanno l'arrivo dell'undicesima stagione, si concentreranno sul Daryl di Norman Reedus, sul ritorno di Maggie e tratteranno monograficamente diversi altri personaggi.

FONTE: comicbook
Quanto è interessante?
2