The Walking Dead, parla Jon Bernthal (spoiler!)

di

Piccolo passo indietro per The Walking Dead. Nonostante il prossimo autunno la serie tv horror di AMC ritorni con gli episodi inediti della terza stagione, è stato intervistato uno dei protagonisti, nel bene e nel male, del secondo ciclo di episodi che si è concluso lo scorso 18 marzo in territorio americano. Stiamo parlando di Jon Bernthal, interprete del personaggio di Shane, che in un'intervista ha parlato del suo ruolo.

Attenzione spoiler! Alla domanda se gli fosse dispiaciuto scoprire che Shane sarebbe morto quasi alla fine della seconda stagione, Bernthal ha risposto che essere attori è come essere soldati, sei in prima linea finché è necessario, precisando che amava il suo personaggio, nonostante in molti pensassero che fosse pericoloso e malvagio. Shane non era il solito cattivo di turno, diventato cosi per il suo passato di inferno o perché aveva tutto: lui era in realtà un uomo solo e questo lo ha reso un tipo pericoloso agli occhi degli altri. Bernthal racconta infine l'ultima scena che ha girato: lui ed Andy hanno l'hanno girata almeno 600 volte ed è stata un po' difficoltosa, data le basse temperature novembrine della Georgia e per il fatto che era notte. Dopo aver concluso le riprese ed è quindi calato il sipario l'attore ha salutato tutti con un bel discorso. E' stata una notte emozionante.

FONTE: latimes.com
Quanto è interessante?
0