The Walking Dead, profitti in calo per AMC dopo la pandemia: i dettagli

The Walking Dead, profitti in calo per AMC dopo la pandemia: i dettagli
di

L'industria dello spettacolo, come molti altri settori, ha subito le conseguenze della pandemia di coronavirus e del lockdown. Ne ha fatto le spese anche AMC Networks, che a causa dello stop alle produzioni televisive e del rallentamento del flusso di pubblicità ha chiuso il secondo trimestre del 2020 con un significativo calo dei profitti.

Le entrate sono infatti diminuite del 16,3% rispetto al precedente trimestre, con i ricavi in calo del 18% per quanto riguarda il mercato statunitense e del 10,3% nelle attività internazionali. Le azioni del network sono inoltre scese da 2,60 dollari a 2,39.

Paradossalmente, nonostante questo per AMC Networks le cose sono andate meglio del previsto, dal momento che sia i ricavi che gli utili per azione hanno superato le stime di Wall Street.

Josh Sapan, CEO di AMC, ha dichiarato che l'azienda "è focalizzata sulle nostre priorità strategiche e sta facendo progressi in alcune importanti iniziative, come la creazione di contenuti di qualità e la monetizzazione di tali contenuti su una gamma in espansione di piattaforme", tra cui i servizi in abbonamento di video-on-demand come Shudder (incentrato sull'horror) e Acorn TV.

Tra le principali produzioni AMC c'è The Walking Dead, l'apocalisse zombie diventata un cult: in attesa del finale della stagione 10, anch'esso rinviato a causa della pandemia, abbiamo scoperto che ci sarà un gradito ritorno, e che uno dei protagonisti della serie, Andrew Lincoln non ha mai visto un episodio di The Walking Dead.

FONTE: variety
Quanto è interessante?
3