The Walking Dead, Scott Gimple ha un solo rimpianto per la serie: di cosa si tratta?

The Walking Dead, Scott Gimple ha un solo rimpianto per la serie: di cosa si tratta?
di

The Walking Dead è una di quelle serie che, insieme a Lost, hanno fatto la storia della televisione. Nonostante negli anni lo show abbia vissuto di alti e bassi è comunque riuscito a tenersi in piedi, portando con sé tutta una schiera di fedelissimi che non hanno mai smesso di seguirlo. Negli anni il franchise si è espanso con degli spin-off.

Nonostante siano passati ben dodici anni da quando The Walking Dead è stato portato dalle tavole a fumetti di Robert Kirkman allo schermo, lo showrunner Scott Gimple si è portato dietro una serie di rimpianti che non ha potuto colmare. Uno su tutti però non riesce a lasciarselo alle spalle.

Durante una recente intervista per ComicBook.com è stato chiesto proprio questo all'autore: quale cosa in particolare farebbe in modo diverso nella serie, se potesse tornare indietro?

"Oh mio caro amico, non lo so. Non mi piace avere rimpianti, ma ne ho eccome. Ne dirò uno in particolare, eravamo ad una premiere al Madison Square Garden, ebbi una conversazione con qualcuno, forse Norman Reedus. Eravamo nella green room a chiacchierare, così non sono potuto andare a sedermi tra la folla, ma avrei voluto farlo. Credo sia stato un evento fantastico".

Voi che ne pensate? Intanto vi invitiamo a guardare il trailer di The Ones Who Live.