Netflix

The Witcher 2, una scena nella nuova stagione prende in giro i fan più criticoni

The Witcher 2, una scena nella nuova stagione prende in giro i fan più criticoni
di

Nella scorsa stagione di The Witcher, uno degli aspetti più criticati dai fan e dagli spettatori (anche a ragine) era la complessità eccessiva della struttura narrativa, articolata su tre piani lungo un periodo di tempo incalcolabile. Oggi, la nuova stagione risolve quel problema ma si riserva comunque una presa in giro a quelle critiche.

Nel tentativo di rendere giustizia al complesso materiale di partenza, la prima stagione ha intrecciato più archi di personaggi in molti periodi di tempo diversi senza fornire alcun indicatore ovvio che potesse aiutarci a distinguere ogni epoca. Tanto che noi ci siamo sentiti di fare un recap di quanto visto nella prima stagione di The Witcher.

Non c'è niente di sbagliato nel chiedere qualcosa in più dal tuo pubblico, ma qui era quasi impossibile per la maggior parte degli spettatori comprendere appieno ciò che stava accadendo in un dato momento. Anche lo stesso Henry Cavill concordò sul fatto che si trattasse di una critica equa: "È difficile quando si seguono tre diversi personaggi in una storia completamente originale". Ma per fortuna, promise la showrunner Lauren Hissrich: "Le persone che lo odiavano saranno fortunate". Questo perché la struttura di The Witcher 2 ha semplificato molto le cose.

E ora che la seconda stagione è arrivata assieme al clamoroso finale di The Witcher 2, possiamo confermare che Lauren e il suo team hanno mantenuto la parola data. Il nostro ritorno nel continente di gran lunga migliore rispetto alla prima visita, e molto ha a che fare con il nuovo approccio semplificato alla narrazione. Niente è banale: la timeline è solo molto più lineare e quindi facile da tracciare. Tuttavia, anche con questa concessione, il team di sceneggiatori non ha potuto fare a meno di prendere in giro queste lamentele quando sono tornati per la seconda stagione.

Il momento in questione si svolge durante il quarto espisodio, quando Jaskier incontra un fan al molo. Proprio mentre il nostro bardo preferito sta per imbarcarsi, dopo aver aggirato con successo la sospettosa guardia del molo, Jaskier viene intercettato proprio dalla guardia, che inizia a criticarne la musica. In particolare, a questo fan non piace l'approccio di Jaskier alla narrazione, perché è un po' troppo "complicato" per i suoi gusti. Man mano che la conversazione procede, diventa sempre più ovvio che la critica della guardia è in realtà una metafora di quelle dei fan dello spettacolo che hanno lanciato queste stesse lamentele alla serie.

"È una delle mie parti preferite", ha detto Lauren Hissrich di recente a Digital Spy, durante i turni di stampa per la seconda stagione. "Una delle cose che amo fare è interagire con i fan. Lo faccio probabilmente un po' troppo spesso per i gusti di chiunque. Ma sento anche quello che stanno dicendo. E la verità è che... l'opinione della guardia del porto è completamente valida rispetto alla narrazione di Jaskier".

Tuttavia, Jaskier inizia a rispondere alla guardia del molo, insultandolo come uno "scadente del porto, un furfante ottuso e odiato”. Su queste battute, è intervenuta la showrunner: "Avere un personaggio che può in qualche modo colpire in quei momenti, fa sentire i fan molto più coinvolti nello show, perché sentono che anche le loro voci sono lì”. Voi cosa ne pensate? Trovate che le critiche fossero condivisibili? O leggermente antipatica la trovata degli sceneggiatori? Ditecelo nei commenti!

Quanto è interessante?
3