Netflix

The Witcher 2, spiegazione e riassunto del finale di stagione

The Witcher 2, spiegazione e riassunto del finale di stagione
di

Sono passati quattro giorni soltanto dall'uscita su Netflix della nuova stagione di The Witcher, uno secondo appuntamento in otto episodi che molti hanno lodato per il grande balzo in avanti che ha messo in atto in termini di resa visiva e di fluidità di trama. Non fosse per lo scioccante gran finale, che necessita di qualche spiegazione.

Si sono dimostrati ricchi di novità gli otto episodi sbarcati su Netflix lo scorso 17 dicembre dopo ben due anni di febbrile attesa dalla precedente stagione. Molti i punti in sospeso lasciati aperti dalla prima stagione di The Witcher, in parte risolti da questa seconda che, però, ne ha aperti di altri. Ora fate attenzione, perché seguono spoiler. Nel corso della stagione e dell’addestramento di Cirilla da parte di Geralt, abbiamo iniziato a capire che la ragazza possiede dei poteri che vanno ben oltre quelli di una maga, molto più incontrollabili, oscuri e pericolosi.

Si scoprirà infatti che nelle vene di Cirilla scorre il Sangue Antico, una proprietà leggendaria ereditata dell’elfa Lara Dorren. È questo il motivo per cui, si inizia a capire, tutta la serie orbita intorno alla Principessa e al suo protettore: tutti desiderano il suo potere per poterlo controllare, così da assoggettare gli altri popoli. Lo desiderano i regni degli elfi e degli umani, lo desidera il terribile Impero di Nilfgaard, ma soprattutto lo desidera un demone di nome Voleth Meir, imprigionato dai primi witcher e liberato proprio (inconsapevolmente) dal potere di Ciri.

Nel corso della stagione, Ciri cadrà posseduta dal demone intenzionato a vendicarsi dei witcher sfruttando i poteri della Principessa. Ciò avviene anche a causa del tradimento di Yennefer, rimasta senza poteri dopo il sacrificio di Sodden Hill e disposta a tutto pur di riottenerli, anche a un patto con il demone. Pentita, si sacrifica per la ragazza, riuscendo non solo a liberarla, ma sopravvivendo e riottenendo i suoi poteri in premio di quel sacrificio. In Geralt e Ciri ha riscoperto una nuova famiglia, che insieme riprenderà l’addestramento nella terza stagione.

Oltre ad aver combattuto innumerevoli mostri, solo alcuni della miriade di creature in The Witcher 2, va notato come nel finale Ciri riesca ad aprire un portale per rispedire Voleth nella sua dimensione. Qui, risucchiata assieme a Geralt e Yen, incontrerà la Caccia Selvaggia, antichi cavalieri elfici, presagio di morte e di guerra, che hanno messo gli occhi su Ciri proprio a causa del suo Sangue Ancestrale.

Ma il grande colpo di scena di The Witcher 2 riguarda la Fiamma Bianca, Emhyr var Emreis. La misteriosa identità dietro il temuto Imperatore di Nilfgaard si scoprirà essere quella del padre di Cirilla, dato per morto da tempo. Proprio quel Duny di Cintra che Geralt liberò dalla maledizione che lo rendeva un mostro. Come sia possibile che, nel frattempo, sia diventato il più grande villain di queste prime stagioni, è un mistero che solo la terza stagione di The Witcher in arrivo potrà spiegare. Voi siete già in pari con la serie? Cosa pensate della nuova stagione? Ditecelo nei commenti!

Quanto è interessante?
4