The Witcher 3, la showrunner: "Ecco la nuova trama, sarà fantastica!"

The Witcher 3, la showrunner: 'Ecco la nuova trama, sarà fantastica!'
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Nuove importanti rivelazioni su quanto abbiamo visto nella seconda stagione di The Witcher e soprattutto su quanto troveremo nella terza attualmente in sviluppo. Che arco coprirà? A quale romanzi si rifarà? Ma soprattutto: a quale stagione si fermerà la serie con protagonista Henry Cavill? Tutte le risposte dalla showrunner!

Erano molte, davvero troppe le intricatissime trame lasciate aperte da The Witcher alla fine della prima stagione. Almeno quanti sono i mostri introdotti in The Witcher 2. Proprio questo aspetto è stato toccato da Lauren Schmidt Hissrich nel corso di una lunghissima intervista rilasciata a The Wrap. La showrunner è tornata sulla questione della timeline, aspetto confuso della prima stagione e lamentato da una certa fetta di fan. Da un lato, la Hissrich si è detta divertita dell’esperimento metatestuale – fortemente voluto – fatto con Jaskier e la sua canzone, che riceve le esatte critiche (condivisibili) mosse dalla fanbase alla struttura temporale.

La shwrunner però ha anche spiegato: “Abbiamo passato tutta la prima stagione a conoscere Geralt, Ciri e Yen. Ci siamo assicurati che tutti sapessero cos'era un Witcher, cos'era un mago, dove erano i regni, qual era la situazione politica, quali erano le diverse razze. In questa nuova stagione invece li abbiamo fatti incontrare a Kaer Moher. Era lì che volevamo farli arrivare, per poi semplificare notevolmente la struttura. Fondamentalmente le nostre stagioni nel loro insieme sono davvero guidate dalle storie che vogliamo raccontare. Quindi la struttura è un ottimo esempio. Nella seconda stagione, non c'era motivo di creare trame non lineari”.

Un indirizzo che sarà ripreso e addirittura accentuato nella terza stagione: “Ci saranno tonnellate di azione, tonnellate di cose che lasciano a bocca aperta. Quindi stiamo davvero lasciando che questo guidi la nostra narrazione. La terza stagione si svolge su una linea temporale molto, molto piccola. Non trascorre molto tempo, perché non è necessario”. Nonostante il grande riserbo mantenuto sul lavoro del team di scrittura, la showrunner ha rivelato che la nuova stagione ricalcherà gli avvenimenti del romanzo Il Tempo della Guerra di Andrzej Sapkowski.

Una stagione che darà nuovo spazio alla razza degli elfi e motiva così l’accenno ai pregiudizi razziali nei loro confronti nell’ultima che abbiamo visto, confermando in parte cosa troveremo in The Witcher 3: “Gli Elfi, ovviamente, la loro situazione è enorme nei libri. Abbiamo fatto una scelta consapevole di portarla in superficie, perché nei libri gli Scoia'tael diventano un esercito assoldato da Nilfgaard per uccidere e ammorbidire gli abitanti del Nord. Volevamo assicurarci che prima di vederli come un esercito capissimo e potessimo empatizzare con i loro problemi, per cosa stavano combattendo”.

Ora la domanda più importante, con la quale la showrunner ha concluso l’intervista: quante altre stagioni seguiranno alla terza? Questa la sua risposta: “Ho sempre detto che voglio finire la nostra storia nello stesso posto in cui Andrzej Sapkowski ha finito la sua. Semplicemente non sento il bisogno di continuare dopo il finale voluto da lui. La cosa divertente è che dal momento che abbiamo iniziato la serie, lui ha pubblicato due nuovi libri. Stiamo cercando di essere flessibili: continuerò la serie finché ci sarà interesse, ma parte di questo passa attraverso l'universo aggiuntivo che stiamo espandendo. I film anime o lo spin-off che ha appena terminato la produzione: questi sono modi per continuare a raccontare le storie di Sapkowski senza distogliere l'attenzione dalla narrazione principale della nave madre”.

FONTE: The Wrap
Quanto è interessante?
1