Netflix

The Witcher, 5 cose da ricordare prima di guardare la Stagione 2

The Witcher, 5 cose da ricordare prima di guardare la Stagione 2
di

È disponibile da questa mattina, su Netflix, la nuova stagione di The Witcher, che riprenderà le trame e le storie dei protagonisti della prima stagione laddove li avevamo lasciati: Geralt, Cirilla e Yennefer. Ma sono passati quasi due anni dalla scorsa stagione e forse è il caso di rinfrescare la memoria su come si era conclusa.

Si preannuncia di grande impatto questa nuova stagione appena sbarcata su Netflix. Anche solo a un primo sguardo, per ciò che vedremo in fatto di mostri nei primi episodi di The Witcher 2, aspetto fondamentale dell’universo fantasy partorito dalla mente e dalla penna di Andrzej Sapkowski. La scorsa stagione, fra le tante cose, si era distinta per quella narrazione alternata che, passando da un personaggio all’altro, aveva contraddistinto la peculiarità temporale della serie. Una confusione – solo parziale – in cui a mettere ordine saranno le nuove idee di struttura di The Witcher 2. Ma finché non verranno messe in pratica, potrebbe essere utile rispolverare un po’ di personaggi e i loro archi narrativi: nelle puntate precedenti.

Dove avevamo lasciato Geralt: Geralt è approdato a Cintra, dove conosce la Principessa Cirilla, ripromettendosi di farla fuggire dalla città. Imprigionato fino all’attacco da parte di Nilfgaard, verrà ferito da un mostro, cosa che gli ricorderà il suo triste passato: sua madre lo abbandonò sulla soglia di un uomo di nome Vesemir, che lo trasformò in un Witcher.

Dove avevamo lasciato Yennefer: Dopo aver intessuto una relazione con Geralt nel corso di anni, separandosene con la scoperta che la loro devozione potrebbe essere stata causata da un desiderio espresso da Geralt, ritornerà dai maghi riuniti per capire come affrontare la crescente presenza militare di Nilfgaard. Si arriva alla Battaglia di Sodden Hill e nel momento più drammatico, Yen scatena tutti i suoi poteri, apparentemente sacrificandosi.

Dove avevamo lasciato Ciri: Mentre Geralt non riesce a trovare Yennefer, la sua chiamata riesce a raggiungere Cirilla, che ha esercitato alcuni strani poteri durante la prima stagione. Con la caduta di Cintra, Ciri vede i poteri in azione: quando viene attaccata durante la sua fuga, le sue urla di panico fanno muovere i bicchieri e crollare un monolite. Dopo aver predetto, in trance, la fine del mondo, incontrerà finalmente Geralt, da cui verrà addestrata come vediamo nell’ultimissimo filmato di The Witcher 2.

Dove avevamo lasciato Fringilla: La studentessa più talentuosa dell’accademia di Aretuza, prima di essere superata da Yennefer. Yen finisce per rubare l’incarico di Fringilla come mago per Aedirn, il che significa che Fringilla andrà a Nilfgaard. Lo servirà con devozione fino alla battaglia di Sodden Hill, quando si troverà separata dai compagni dopo il caos scatenato da Yen.

Dove avevamo lasciato Cahir: Servo fedele dell’Impero di Nilfgaard, il Cavaliere Nero è legato a doppio filo a Fringilla dal desiderio di trovare e catturare Cirilla e diffondere la supremazia della Fiamma Bianca in tutto il Continente. Purtroppo per lui, il disastro di Sodden Hill lo lascerà con le truppe in rotta, separato da Fringilla.

Qualcuno di voi ha già visto la nuova stagione? Cosa ne pensate?

Quanto è interessante?
5