Netflix

The Witcher: Blood Origin, lo showrunner rivela: "Potrebbero esserci più stagioni"

The Witcher: Blood Origin, lo showrunner rivela: 'Potrebbero esserci più stagioni'
di

Sono pochissime le notizie che trapelano riguardo a The Witcher: Blood Origin, la serie prequel ambientata oltre mille anni prima del celebre show Netflix. Ma in una recente intervista, lo showrunner Declan de Barra sembra essersi lasciato sfuggire qualche dettaglio sulla longevità di questa nuova serie TV ambientata nell'universo di The Witcher.

Le riprese di The Witcher Blood Origin sono iniziate ad agosto, in concomitanza con l'esordio in streaming del film d'animazione The Witcher: Nightmare of the Wolf focalizzato sulla storia di Vesemir. La stagione 2 di The Witcher è invece attesa per il 17 dicembre su Netflix: nei giorni scorsi abbiamo visto i primi due episodi in anteprima ed ecco le nostre prime impressioni su The Witcher 2.

Tornando alla serie prequel attualmente in lavorazione, per ora sappiamo che The Witcher: Blood Origin esplorerà l'antica storia del Continente in seguito al catastrofico evento della Congiunzione delle Sfere.

Ma di recente lo showrunner Declan De Barra ha anticipato una novità sul futuro dello show: sebbene si tratti di una miniserie da 6 episodi, che ha un suo inizio e una sua fine, potrebbero esserci delle future nuove stagioni.

"Con degli show di questo calibro devi pianificare tutto con anni e anni di anticipo. Quindi credo che con la migliore produzione, e finché agli spettatori piaceranno le nostre storie, c'è ancora molto che possiamo raccontare in questo mondo" ha rivelato De Barra alla testata Entertainment Weekly.

Secondo alcuni rumours, infine, sembra che il prequel dell'amata serie Netflix potrebbe vedere il ritorno nel cast di un volto familiare per i fan: si tratta del bardo Ranuncolo, che potrebbe svolgere il ruolo di narratore di The Witcher Blood Origin.

Quanto è interessante?
2