Netflix

The Witcher, Lauren Hissrich rivela tutto ciò che c'è da sapere sulla seconda stagione

The Witcher, Lauren Hissrich rivela tutto ciò che c'è da sapere sulla seconda stagione
di

Il franchise di The Witcher creato dall'autore polacco Andrzej Sapkowski, ha raggiunto grande notorietà con i videogiochi che, si differenziavano notevolmente dai romanzi. Di conseguenza, le aspettative nella serie Netflix erano incredibilmente alte e anche molto varie a seconda della storia con cui lo spettatore aveva maggiore familiarità.

Realizzare dunque un'opera del genere non deve essere stato certamente semplice per Lauren Hissrich, che in una lunga intervista ha raccontato tutte le difficoltà incontrate nella prima stagione e tutte le novità che vedremo nella seconda.

L'ultimo episodio si è concluso con l'attesissimo incontro tra Ciri e Geralt, e su come inizierà la nuova stagione la showrunner ha detto: "Anche il primo libro si conclude con l'incontro dei due a Sodden ma, quello successivo riprende con un balzo in avanti nel tempo, senza raccontare cosa sia accaduto nei primi mesi che Geralt e Ciri hanno trascorso insieme. Insomma, al di là dell'ineluttabilità del loro reciproco destino, sono comunque degli sconosciuti, e per questo vorrei raccontare cosa accade nei primi tempi in cui si trovano a fare la conoscenza l'uno dell'altra. Geralt non è mai stato un padre di certo. Sarà anche molto divertente".

Parlando poi del futuro della piccola principessa, la Hissrich ha detto: "Nella prima stagione Ciri non era presente tanto quanto avremmo voluto, dunque in questa seconda ci impegneremo a raccontare meglio il suo personaggio, trasformandola da piccola bambina indifesa, in una giovane donna estremamente forte e potente, che resta comunque fedele a stessa".

In riferimento alla figura di Yennefer di cui abbiamo fin qui conosciuto il passato, la showrunner ha detto: "Si tratta di un personaggio femminile davvero molto forte, non credevo di vedere qualcosa del genere in libri scritti in Europa centrale durante gli anni '80. Ero veramente molto colpita. Nella prima stagione volevamo dare un'idea completa di chi fosse e da dove venisse. La sua forza deriva proprio da questo. Nonostante il suo più grande desiderio sia quello di diventare madre, rinuncia a questo per perseguire i suoi obiettivi. Ciò non fa di lei una vittima però, la rende solo immensamente più forte".

L'intervista non può chiaramente concludersi senza aver citato il grande tormentone della serie, il motivetto "Dona un soldo al tuo Witcher" che ha conquistato tutti gli spettatori: "Tutto è molto divertente, questo è la canzone che rende famoso Ranuncolo, ma nella realtà dei fatti ha dato notorietà a tutta la serie. Non sapevamo se avrebbe funzionato. Invece è stata un successo assurdo. Non abbiamo pressioni ma, vorremmo comunque essere in grado di ripeterci per la seconda stagione".

Fin qui sappiamo che le riprese di The Witcher 2 inizieranno ad agosto. Dunque ci sarà ancora da aspettare. Stando a quanto riportato pare che la storia di The Witcher 2 sarà modificata per via della pandemia. In attesa della nuova stagione, fateci sapere nei commenti cosa vi aspettate.

FONTE: TV GUIDE
Quanto è interessante?
7