The Witcher, parla la showrunner: 'Ecco come ho conosciuto la saga'

The Witcher, parla la showrunner: 'Ecco come ho conosciuto la saga'
di

La fedeltà di una trasposizione all'opera da cui è tratta dipende molto spesso in larga parte dal legame di registi e sceneggiatori con l'opera stessa (un esempio virtuoso ne è la venerazione che Peter Jackson nutre per le opere di Tolkien). Ci sarà da fidarsi, quindi, per questa serie su The Witcher prodotta da Netflix?

Lasciano ben sperare in questo senso le parole della showrunner Lauren Hissrich, che durante un'intervista ad Entertainment Weekly si è professata grande fan della saga creata da Sapkowski. "Lessi The Last Wish e mi piacque un sacco. Ma non mi sarei mai permesso di chiamarmi scrittore di fantasy prima di averlo letto. Ho fatto qualche serie tratta da fumetti, un sacco di serie drammatiche. Così quando lessi il libro mi piacque molto ma non avrei mai pensato di curarne un adattamento. [...] Questi tre personaggi, Geralt, Yennefer e Ciri, sono ciò che di più importante è venuto a galla. Se togli tutti gli elementi fantasy, togli la magia e la storia e la violenza e il sesso, rimangono questi tre personaggi che sono come una piccola famiglia distrutta, tutti e tre hanno un enorme bisogno degli altri due ma faticano ad ammetterlo. E questa è stata la cosa che più mi ha affascinato" ha raccontato Lauren Hissrich.

Hissrich non è l'unica ad essere fan della saga letteraria: la showrunner ha infatti raccontato che il protagonista Henry Cavill ne è appassionatissimo ed ha anche giocato ai videogiochi tratti dai libri. Per chi si stesse chiedendo come apparirà Cavill nei panni di Geralt, le ultime foto ce lo mostrano in sella a Rutilia.

Quanto è interessante?
6